Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 19 gennaio 2020 (749) Qual Buon Vento, navigante! » Entra
 Pagina inziale » Monumenti » Elenco monumenti » Santa Maria Maggiore
Santa Maria Maggiore
Santa Maria Maggiore
 
Ubicazione: Centro abitato.
Datazione: XI secolo.
Cenni storici: La basilica fu edificata tra il 1025 e il 1040 sui resti di una precedente costruzione longobarda, nella quale, secondo la tradizione, si tennero (nel 590 d.C.) le nozze tra la Regina Teodolinda e il Duca Agilulfo.
Aspetti artistici: È uno dei più interessanti monumenti dell'arte romanico-lombarda.
L'edificio, a forma di croce latina, presenta una forte asimmetria: appena sporgente, il transetto di sinistra che si inserisce prima della serie omogenea delle absidi, più corto di quello di destra è il risultato di una soluzione architettonica che nelle basiliche di epoca romanica venne adottata per rappresentare il dramma del calvario di Gesù. Lunga 60 metri e larga 19, la chiesa è suddivisa in tre navate: quella centrale con soffitto a cassettoni, mentre quelle laterali con copertura a crociera, qui, forse, sperimentata per la prima volta e poi dovuta tipica delle chiese romaniche. L'interno è illuminato da piccole finestre a tutto sesto e presenta resti dell'originaria decorazione a stucco che ornava l'intera navata centrale. Un interessante frammento di queste decorazioni é ancora visibile in una lesena dell'abside sud.
Sotto l'abside si apre una cripta (cui si accede da una scaletta situata dietro l'altare maggiore), i cui laterizi e colonne e capitelli di modesta fattura, rivelano l'esistenza dell'edificio precedente.
Curiosità: Secondo un'antica leggenda, la chiesa sarebbe stata distrutta dal Maligno e da lui stesso riedificata, in una sola notte di lavoro febbrile, ma lasciata incompleta a causa del suono del mattutino, che annunciando il sorgere del sole lo costrinse alla fuga... Questo aneddoto le valse anche il nome di che le ha attribuito il nome di "Chiesa del Diavolo".
Informazioni: Da Pasqua ad Ognissanti (escluso agosto), tutte le domeniche e festivi, vengono organizzate visite guidate dalle 15.00 alle 18.00.
Per tutto l'anno e per i giorni feriali le visite sono possibili su preno­tazione telefonando alla Pro Loco.
Recapiti
Via Castrovecchio
Lomello (PV)
Telefono: 0384-85542

Orari di apertura
Aperta tutti i giorni da Pasqua ad Ognissanti dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 al tramonto. Da Ognissanti a Pasqua aperta solo su richiesta.

Gli ultimi 10 eventi inseriti
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Biodiversità degli animali
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» La Storia organaria di Pavia
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
» Il "Duchetto" di Pavia





I più letti
delle ultime due settimane
» Il "Duchetto" di Pavia
» Le signorine
» Il sogno di Peter Pan
» Postazione 23
» La cospirazione dei tarli
» Corpi in gioco
» Libri al Fraccaro
» La Storia organaria di Pavia
» Guglielmo Tell
» Biodiversità degli animali
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca


Meteo

MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool