Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 30 ottobre 2020 (179) Qual Buon Vento, navigante! » Entra
 Pagina inziale » Monumenti » Elenco monumenti » San Lanfranco
San Lanfranco
San Lanfranco
 
Ubicazione: Fuori la città, sulla sponda sinistra del Ticino, in Via Riviera.
Datazione: Prima metà del XIII sec.
Cenni storici: Nel 1090 alcuni monaci Vallombrosani fondarono in loco un primitivo monastero intitolato al Santo Sepolcro. La chiesa, nella sua forma ed ubicazione definitive, venne eretta più tardi e consacrata nel 1237. Per secoli protetto da personaggi illustri (tra gli altri il Barbarossa) il complesso godette di una certa prosperità fino alla fine del 1480. Da lì in poi il declino che culminò, due secoli dopo, con l'abbattimento di buona parte del monastero ormai pericolante.
Aspetti artistici: La struttura è tipicamente romanica: la facciata a capanna in cotto è divisa in tre campate verticali, sul retro spicca l'imponente torre campanaria aperta in alto da grandi trifore.
L'interno, non corrispondente alla facciata poicé caratterizzato da una sola navata, è molto semplice e spoglio. Lo attraversa, secondo il tipico schema a croce latina, un transetto sovrastato da volte a botte. La cupola, in corrispondenza del loro incrocio, è esternamente ricoperta da un tiburio ottagonale.
A caratterizzare l'interno è l'elegnate Arca di San Lanfranco, in marmo bianco, commissionata dall'abate Pietro Pallavicini a Giovanni Antonio Amodeo nel 1498, che progettò anche, nel 1480, il chiostro grande (accessibile da una vietta dietro la chiesa).
Del chiostrino, sul fianco destro, risalente invece al 1467, rimane purtroppo solo un lato che conserva archi, finemente decorati da ornamenti in terracotta, sorretti da colonne binate.
Curiosità: Sulla parete destra della navata, un affresco raffigura l'assassinio di Tommaso Becket, arcivescovo di Canterbury, ucciso dal sui re, che contrastava. Un po' come le vicissitudini, meno drammatiche, di San Lanfranco, vescovo di Pavia, protagonista di numerose discussioni con le autorità comunali, che lo indussero all'esilio a Vallombrosa dove morì nel 1198. Scene della sua vita e di miracoli postumi sono, invece, scolpite sul suo sarcofago.
Informazioni: Accesso per disabili.
Recapiti
Via Riviera
Pavia (PV)
Telefono: 0382/528356

Orari di apertura
7.00-12.00, 15.00-19.00

Gli ultimi 10 eventi inseriti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Nel nome del Dio Web
» Il Mio Film. III edizione
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Incontro al Caffè Teatro
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Carnevale al Museo della Storia
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri





I più letti
delle ultime due settimane


Meteo

MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool