Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 27 marzo 2017 (571) Qual Buon Vento, navigante! » Entra
 Pagina inziale » Artisti e gruppi musicali » Elisabetta Citterio
Elisabetta Citterio
Elisabetta Citterio Presentazione
Formazione e contatti
 
Presentazione

Per una volta il soggetto di questa scheda non è solo una cantante ma una cantautrice (mi si perdoni il termine abusato, ma è l'unico chiarificante), categoria non molto diffusa nella nostra provincia.

Elisabetta Citterio scrive le sue prime canzoni nel 1992 accompagnandosi con la chitarra ma, nel tentativo di creare già degli arrangiamenti "definiti", si cimenta anche con il pianoforte, il basso e la batteria.

Tra il 92 e il 94 frequenta seminari di canto, danza e teatro al centro Roy Hart (in Francia), con Geraldine Baron (a Roma), con il regista Julius Effemberger (a Milano) e si esibisce cantando gospels e canti popolari con il gruppo vocale "Le Cicale".

Tra il 94 e il 96 diventa la batterista del trio The Pink Punk e, in India (a Jabalphur), frequenta un corso con il gruppo "Il Teatro delle Sorgenti" diretto da Abani Biswas.

Tra il 97 e il 99 si trasferisce in quel di Volterra dove partecipa allo stage "Borges nonsolotango" ideato e condotto da Giorgio Albertazzi.

In collaborazione con l'attore Gianni Calastri e con Annette Menneman del "Teatro di nascosto" ha ideato e messo in scena lo spettacolo comico teatrale e musicale "Sarà tutto vero?" presentato al Festival del Teatro di Volterra nell'Estate 1998.

Riprende i contatti con alcune componenti del gruppo "Le Cicale" (Elisabetta Verri e Luana Pasi e la sorella Paola Citterio) e, proponendo un repertorio di canti medioevali, gira le piazze e i borghi della Toscana.

Nel frattempo The Pink Punk cambiano radicalmente genere indirizzandosi verso un Mambo anni '50 ed Elisabetta, tornata a Pavia, diventa la cantante del nuovo gruppo Combo Django.

Per la prima volta, in una esibizione tenuta a Spaziomusica (a Pavia), Elisabetta propone i suoi brani originali davanti al pubblico.

Tra il 2000 e il 2001 intraprende una collaborazione con il chitarrista Sandrto Nola con il quale si esibisce in diverse occasioni.

Con il brano Una Storia a Tre vince il primo premio della sezione cantautori e una borsa di studio alla finale regionale del Concorso dell'Accademia della Canzone di Sanremo.

Nel 2001, partecipando nuovamente allo stesso concorso vince il terzo premio e un'altra borsa di studio con il brano Sono Stanca.

Attualmente sta incidendo i suoi lavori con il fonico, musicista, arrangiatore Stefano Cattaneo (vedi Lorenzo Riccardi e Mandolin Brothers).

Già dalla scheda traspare un carattere forte, irrequieto e in costante ricerca. Anche di persona Elisabetta dà immediatamente l'impressione di essere (scusate il termine) "una con le palle": ti guarda dritta in faccia e parla spedita.

Elisabetta Citterio

Le sei canzoni contenute nel Demo che mi ha fornito delineano una ricerca a ventaglio su vari generi musicali ma il folk rimane predominante. In parte penso sia dovuto alle esperienze musicali effettuate e in parte sicuramente alla timbrica e all'espressività vocale. Le note lunghe e distese, il timbro cristallino della voce rimandano a canoni che potrebbero appartenere a Joan Baez piuttosto che a Sandy Denny (Fairport Convention) o alla nostra Anna Identici (chi se la ricorda ? Prima a Sanremo come cantante di musica leggera e poi grande interprete del patrimonio folkloristico popolare italiano).

I testi evidenziano una voglia di raccontarsi, ma con molta ironia e una buona dose di cinismo, come in Una Storia a Tre, incisa con Loris Stefanuto (vedi Tamboo All Stars e Rosso Latino) e Sandro Nola.

La scuola potrebbe essere quella di De Andrè ma anche quella di Rino Gaetano; forse Conte ha lasciato, qua e là, qualche cicatrice aperta.

In definitiva la ragazza è decisamente interessante e aspetto con curiosità di ascoltare il prodotto definitivo del suo lavoro in sala d'incisione.

Gli ultimi 10 eventi inseriti
» Diamoci la zampa
» Donne Di Quadri
» Kalimantan Borneo
» Seminari Ghisleriani di Archeologia
» I Sensi della Bellezza
» Tra vino e castelli
» Il Giudice di Canicattì. Rosario Livatino,il coraggio e la tenacia
» UniPV Innovation
» Una domenica con la cicogna...
» La Voce di Miriam Jaskierowicz Arman





I più letti
delle ultime due settimane
» Percorsi in Pavia antica
» Giornate FAI di Primavera
» Our Smiling face. La comunità psichiatrica si racconta
» Naturalmente Oltrepò
» Hop Hop Street Food
» Natuzza Evolo-Mistero di una vita
» Nel segno del Pi greco
» Le Voci di domani
» Camminata golosa di primavera
» Antonio Ligabue
» La Lettera
» I poeti laureandi
» In visita alla Joides Resolution...
» Depurarsi e rigenerarsi con Erbe e Funghi
» Notti Acustiche 2017
» Verso gli asteroidi… e oltre
» Soldatini … che passione!
» Haveria carissimo vedervi in questo habito
» A Pavia torna Chocomoments
» Una serata con Bach
» Mercatino del Riuso - Nuova vita alle cose
» Pavia nelle carte di chi l’ha resa grande
» Equinozio di primavera nel cielo degli antichi e nella modernità
» UpsidedownTown
» Agata e l’uovo di cioccolato


Meteo

MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti