Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (943) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9940 del 12 luglio 2011 (2906) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Vita, morte e... miracoli al cinema, a Pavia
Vita, morte e... miracoli al cinema, a Pavia
Continua Cinema Sotto le Stelle 2011, continua al Chiostro del Vittadini la proposta dei grandi film dimenticati dalla normale programmazione invernale.
 
E questa settimana il tema è di quelli tosti: vita e morte potremmo dire. Si comincia giovedì 14 luglio, sempre alla 9 e mezza con Kill me please, una nerissima “commedia” di Olias Barco con Aurélien Recoing nel cast.
Il dottor Kruger gestisce una clinica che offre assistenza e qualche goccia di veleno a chi ha deciso di farla finita. Il giuramento di Ippocrate lo obbliga a cercare di far desistere qualsiasi paziente dalla scelta estrema ma, se la volontà è forte e sicura, il primario, sostenuto da un contributo governativo, non può far altro che assecondarla. Ultimo desiderio compreso. Nella villetta del suicidio medicalmente assistito sbarcano i personaggi più disparati, dal malato di cancro alla bella sfortunata, dal depresso con la fantasia del Vietnam, alla cantante lirica che ha perso la voce. Ma quando il villaggio intorno, con gente che si arrabatta per scamparla ogni giorno, si ribella a questi “privilegiati” depressi, la battaglia può cominciare davvero...
Décor sontuoso e scatenamento dell'anarchia sociale. Pace tra gli abeti e sangue sulla neve. L'anteprima mondiale della Festa del Cinema di Roma arriva finalmente a Pavia.
 
Il week end poi inizia sabato 16 luglio con il film di Susanne Bier In un mondo migliore, anche questo in anteprima quasi assoluta a Pavia. L'abbiamo infatti proiettato nell'ultima serata di Sguardi Puri 011 edizione invernale, in sostituzione all'ultimo momento della pellicola irrimediabilmente danneggiata del previsto The Hurt Locker. Solo chi era casualmente presente in sala ha potuto quindi vederlo.
Christian non sorride mai, è orfano e arriva in Danimarca con il padre. Elias, che ha apparentemente ottimi genitori, timido e vittima dei bulli della nuova scuola, diventa suo amico. I due si incamminano verso “il male”, mentre chi gli sta accanto li guarda senza muovere un dito. Candidato danese, e vincitore assoluto come MIGLIOR FILM STRANIERO agli Oscar 2011 In un mondo migliore parla di un paradiso impossibile, quello che sarebbe questo mondo se solo tutti ci impegnassimo un po' di più nei confronti degli altri.
 
Domenica 17 luglio è la volta di Benvenuti al sud, di Luca Miniero, con Claudio Bisio, Alessandro Siani e Angela Finocchiaro.
Dove sta la vita vera? Al Nord o al Sud? Divertente e pluripremiato al botteghino, il film è un remake del suo omologo francese, Giù al Nord – Chez les Ch'tis.
Alberto, pavido direttore postale della bassa Brianza, sta per arrivare al mitico e prestigioso trasferimento nel centro della capitale meneghina, ma, ahimé, ecco che lo informano della precedenza accordata ad un collega disabile... Vivere almeno due anni in quel piccolo paese del Cilento. Condanna o privilegio?
 
La settimana si chiude martedì 19 luglio sempre alle 21.30 con Mammuth, di Benoît Delépine, Gustave de Kervern con Gérard Depardieu, Yolande Moreau e Isabelle Adjani nel cast. Bella la vita. Meglio in moto. Mammuth, così chiamato dal nome della moto degli anni '70, che pure da tempo non usa più, va in pensione a 60 anni. Ha lavorato da quando ne aveva 16 e l'ultimo datore di lavoro, in un mattatoio, gli riconosce di non aver mai fatto un giorno di assenza. Ora Mammuth non sa come trascorrere le giornate, ma, ecco, una soluzione gli arriva dalla ricostruzione dei contributi pensionistici. Nel passato l'uomo ha lavorato in diversi luoghi e molti si sono ‘dimenticati' di versare il dovuto. Mammuth sale allora sulla moto e parte alla ricerca dei documenti, ripercorrendo cosi le strade della sua gioventù, accompagnato però da un fantasma. Si tratta di Yasmine, il suo primo amore morta in un incidente di moto.
Depardieu si mette totalmente nelle mani dei due registi, di Delépine e Kervern, per questo film che si chiude con una dedica al figlio Guillaume scomparso a soli 37 anni nel 2008 e amico dei due realizzatori. Se poi pensiamo a tutta la vicenda umana di Guillaume, attore a sua volta, divorato da un demone oscuro, che lo porta in carcere a soli 17 anni e per tre anni per traffico di eroina, al suo mal di vivere, che a causa di un tremendo incidente in moto gli causa l'amputazione di una gamba sopra il ginocchio, allora forse cominciamo a capire meglio tante cose di questo film. E magari anche delle nostre vite.
 
Non pensavate che una rassegna di cinema estivo ambisse a tanto, vero?
 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 12/07/2011 (9940)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool