Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 27 maggio 2020 (913) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9909 del 30 giugno 2011 (2807) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pavia e le donne: fantastiche questa settimana!
Pavia e le donne: fantastiche questa settimana!
Il tema della bellezza e l’universo femminile potremmo intitolare i quattro film di questa settimana a The Secret Sunshine, la rassegna di cinema sotto le stelle di questa edizione 2011.
 
Si comincia questa sera (giovedì 30 giugno) sempre al Chiostro dell’Istituto Vittadini con Gianni e le Donne per la regia di Gianni Di Gregorio, interpreti Gianni Di Gregorio, Valeria de Franciscis, Alfonso Santagata, Elisabetta Piccolomini. E la parola d’ordine potrebbe essere: mite è bello!
 
Gianni è una sorta di nullafacente-massaio che vive in un appartamento insieme a moglie e figlia, ha sessant’anni, una natura mite, nessuna ambizione e troppi rimpianti. Vessato da una figlia sollevata, una moglie distante e una mamma troppo presente, da ormai molti anni è un baby pensionato rassegnato al proprio quotidiano. A piedi o a bordo della sua Alfa-old style-164, Gianni si barcamena per Roma alla ricerca di una bottiglia che gli annebbi la sofferenza. Convinto da un amico avvocato, stuzzicato da badanti bionde, comunicative vicine, primi amori e pruriginose gemelle, il nostro si emanciperà dal torpore, provando a prendere le distanze dalla solita esagerata figura materna, procurandosi un’amante che lo faccia sentire “finalmente” giovane. Difficile la prova seconda dopo Pranzo di Ferragosto. È risaputo. Ma Di Gregorio, annata 1949, trasteverino doc, già attore teatrale e aiuto regista di Matteo Garrone, sceneggiatore di Sembra morto ma è solo svenuto, e co-sceneggiatore di Gomorra, affronta la sfida alla grande.
 
Poisabato 2 e domenica 3 luglio, sempre alle nove e mezza, è la volta della coppia Maschi contro femmine e Femmine contro maschi. Entrambi per la regia di Fausto Brizzi, interpretati tra gli altri da Paola Cortellesi, Nicolas Vaporidis, Fabio De Luigi, Francesco Pannofino, Alessandro Preziosi, Paolo Ruffini, Claudio Bisio, Nancy Brilli, Giuseppe Cederna, Luciana Littizzetto, Emilio Solfrizzi. È Il bello della sfida.
 
L’apertura al cinema nazionalpopolare di questa rassegna per il resto piuttosto colta. Le rubriche brillanti dei giornali e gli show dei comici televisivi, gli innumerevoli format da piccolo schermo e i piccoli grandi pasticci della vita, della quale nessuno possiede le istruzioni per l’uso. La scrittura agile e leggera di Brizzi, Bruno e Martani e la partecipazione inedita di Pulsatilla, ex blogger ora passata all’editoria tradizionale. Simpatia degli interpreti e personalità riconoscibili alla tv. Doppi sensi sessuali e comicità alla Neri Parenti. Wilma De Angelis e Ficarra e Picone. È il teatro che si fa farsa. Un cinema che, in realtà e al di là degli esiti, dovrebbe davvero farci riflettere: com’è conciato politicamente, sociologicamente, psicologicamente il nostro paese oggi?
 
La settimana cinematografica termina martedì 5 luglio con Il truffacuori, L’arnacoeur in originale che, se volete, ci permette proprio il paragone più prezioso: come far ridere, sorridere dei rapporti umani e soprattutto di “femmine contro maschi” e viceversa, ma oltralpe ed in maniera più raffinata? Pascal Chaumeil, il regista, facendo lavorare Romain Duris, Vanessa Paradis e Julie Ferrier ce lo racconta.
 
Alex Lippi è un uomo che di professione manda all’aria relazioni di donne innamorate dell’uomo sbagliato. Insieme alla sorella Melanie e al marito Marc viene pagato da clienti che vogliono porre fine a queste passioni problematiche. Ogni ingaggio riesce con un successo fino a quando la troupe di Alex viene incaricata di una missione davvero complicata: affiancare e conquistare Juliette in soli dieci giorni e mandare all’aria il suo imminente matrimonio. La ragazza però non lascia trasparire nessuna debolezza. Commedia fresca, vivace, danzante, il film è una macchina di precisione infallibile che calibra al microsecondo ogni possibile incastro e innesca reazioni di causa/effetto nella vittima sacrificale che, puntualmente, cade ai piedi del fascinoso Alex. Tutto cronometrato. Paesaggi romantici, come dune sabbiose sorvolate da uccelli rarissimi, ma appena liberati da una voliera, una frase opportuna del tipo ‘tu meriti di più’, un ricordo passato legato ad un pianto scrosciante e... il successo è assicurato.
 
Jap fusion e curling. Perché l’amore non si può fermare mai. Nemmeno di fronte a queste “altezze abissali”.
 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 30/06/2011 (9909)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool