Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 27 maggio 2020 (907) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9758 del 12 maggio 2011 (2458) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Red: ma la Cia ci spia anche a Pavia?
Red: ma la Cia ci spia anche a Pavia?

Grandi Visioni stasera giovedì 12 maggio in città!
Mentre alle nove a Santa Maria Gualtieri si potrà assistere gratuitamente e con il regista Marcel Cordeiro alla proiezione di La Spedizione Tabacchi, un bel documentario che ci racconta di quando ad emigrare eravamo noi italiani, al Corallo esordisce Red, un action movie di Robert Schwentke che fa recitare nomi del calibro di Bruce Willis, Morgan Freeman, John Malkovich, Helen Mirren e Mary-Louise Parker.

Nel 1874 ben 386 persone partirono dalla Valsugana nel Trentino per il Brasile: la prima emigrazione italiana di massa, poi chiamata spedizione Tabacchi.
Ed è proprio su Pietro Tabacchi, nato a Trento e che viveva in Brasile, fuggito dall’Italia e dai suoi debiti, che si concentra il film di Cordeiro, regista brasiliano, ma figlio di emigrati italiani, e oggi di ritorno nel Bel Paese. Marcel Cordeiro ed il suo viaggio nel/attraverso l'immagine. Pittore, scrittore, videomaker, viaggiatore, Cordeiro è personalità eccentrica nel panorama artistico internazionale e contemporaneo. Passate con lui un pomeriggio e vi si apriranno mondi nuovi.
Vi verranno altre idee, avrete altre “visioni”. Che porti la sua m.d.p. digitale tra le pareti di un carcere minorile in America latina, che indaghi tra le nuove forme di religione e spirtualità in Brasile, che diriga una fiction sul tema difficile della pedofilia, che organizzi una festa in spiaggia sull'oceano o un happening sulla figura “dell'ex-” nell'avanguardia artistica di Milano, oggi Marcel trascina con la sua passione, racconta con il suo pedagogico affabulare, incanta con il suo gusto per la composizione.
Vedere insieme a lui un suo lavoro sugli italiani poveri che emigrarono alla fine dell'ottocento verso il Brasile, proprio mentre qui, in Italia ci si interroga su come dovremmo comportarci con chi sta arrivando, da noi alla ricerca di una vita migliore, ci è parsa un'opportunità davvero da non perdere.

E prima di parlarvi di Potiche – la bella statuina, per la regia di François Ozon con Catherine Deneuve e Gérard Depardieu che si vedrà giovedì prossimo sempre al Corallo di Pavia, sempre per Sguardi Puri ‘011 Extra, sempre alle nove di sera e per una sola occasione, ecco perché secondo me non sarebbe male, durante il resto della settimana, andare a dare un’occhiata anche a Red.

Frank Moses ha lavorato per “l’agenzia” ed oggi è a riposo. Abita in una casetta simile a mille e cerca di vivere come altri mille… ma non è così facile se sai quello che sa lui. Tratto da una graphic novel della DC Comics scritta da Warren Ellis e illustrata da Cully Hammer, Red nella sua versione sul grande schermo è stato del tutto reinventato nello script dei fratelli Hoeber, che a) gli creano nuovi amici, b) alleggeriscono il tono sottraendo violenza, c) gli danno una nuance più comica rispetto all’originale. Il risultato? Tutto da apprezzare. Ma rigorosamente al cinema ragazzi…

 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 12/05/2011 (9758)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool