Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 27 maggio 2020 (907) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9445 del 4 febbraio 2011 (2642) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Italia 150
La locandina del primo film in cartellone
Il Cirro capriccioso partecipa alle celebrazioni per il 150° anniversario dell’unità d’Italia con il ciclo Italia 150: i grandi film che hanno raccontato la storia d’Italia.
 
Si tratta della proiezione di cinque grandi opere, in programma tra Canneto Pavese, Castana e Montescano, che intendono ripercorrere fatti ed eventi della storia del nostro paese, dal Risorgimento agli anni ‘70, con lo scopo di fornire elementi di riflessione, spunti, per leggere l’Italia di oggi.
 
La rassegna di titoli offre, inoltre, la possibilità di effettuare un approfondimento sull’evoluzione del cinema italiano dell’intero dopoguerra: dall’elegante melodramma viscontiano, alle secche, nitide, realistiche narrazioni delle opere più recenti, passando per l’irresistibile, agrodolce umorismo dei massimi attori italiani degli anni ‘60 e ‘70.
 
Questi i film del ciclo, indicati secondo la successione cronologica degli eventi narrati:
   
 Senso (anno di produzione: 1954) - in proiezione sabato 12 marzo
Di Luchino Visconti, con Alida Valli, Massimo Girotti.
Uno dei massimi capolavori del cinema italiano, da un racconto di Camillo Boito: il Risorgimento e le sue ombre, viste attraverso il travaglio sentimentale di una contessa veneta.
 
 Nuovomondo (2006) - data della proiezione da definire
Di Emanuele Crialese, con Charlotte Gainsbourg.
L’emigrazione: il dramma di intere generazioni costrette ad abbandonare la giovane nazione italiana tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, incapace di fornire cibo e futuro.
 
 Anni ruggenti (1962) - in proiezione sabato 7 maggio
Di Luigi Zampa, con Nino Manfredi, Gino Cervi.
Un cast di grandi attori in una credibile, gustosa parodia del ventennio fascista.
 
 L’uomo che verrà (2009) - data della proiezione da definire
Di Giorgio Diritti, con Maya Sansa ed Alba Rohrwacher.
Il capolavoro che racconta, senza retorica, ma con immagini di cruda realtà e struggente poesia, la strage di Marzabotto (1944).
 
 C’eravamo tanto amati (1974) - in proiezione sabato 9 aprile
Di Ettore Scola, con Vittorio Gassman, Aldo Fabrizi, Stefania Sandrelli
Le disillusioni del dopoguerra, in un’Italia che smarrisce pian piano la strada della coesione e degli ideali.
 

 

 
 Informazioni 
Primo appuntamento - L’uomo che verrà
Dove: Centro sociale Cesare Chiesa - Canneto Pavese
Quando: sabato 12 febbraio 2011, ore 21.00
Per informazioni: per altre date e luoghi consultare il sito dell'associazione
 
 
Pavia, 04/02/2011 (9445)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool