Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 22 settembre 2019 (319) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Il romanzo di Baslot
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Prima che le foglie cadano
» Presentazione inutile
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 9438 del 3 febbraio 2011 (4285) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A Vigevano, 60 anni di moda italiana
Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze durantre una sfilata - Archivio Giorgini | Firenze
Vigevano, città di arte e di cultura, celebra con una mostra /convegno la nascita dell’Alta Moda Italiana.
Moda Italiana, 1951-2011. Una storia lunga 60 anni”, patrocinata da Camera Nazionale della Moda Italiana,Sistema Moda Italia e Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani, troverà spazio nella suggestiva area espositiva della Cavallerizza del Castello della città Ducale.
 
Curatore della mostra sarà Neri Fadigati, presidente del Nuovo Archivio Giorgini, nonché nipote del celebre marchese Giovanni Battista Giorgini che, nel 1951, con un’intuizione geniale, invitò a Villa Torrigiani a Firenze i maggiori buyer americani per assistere alla sfilata di quei tredici stilisti italiani che decretarono la nascita del maggior fenomeno socio-economico nazionale: lo stile italiano nella moda.
 
Il percorso-mostra allestito - grazie al sostanzioso contributo dell’Archivio Giorgini - con preziosi materiali d’epoca, fotografie, consultazione multimediale di documenti, filmati e una selezione di abiti storici, sarà suddiviso in cinque sezioni: una sezione per il Convegno e gli incontri; la suggestiva ricostruzione della passerella rossa in Sala Bianca di Palazzo Pitti dove troneggerà un caleidoscopico abito di Roberto Capucci; una sezione fotografica con alcune postazioni multimediali per la consultazione del materiale dell’Archivio Giorgini; la ricostruzione scenica di due vetrine dei grandi magazzini americani degli anni Cinquanta/ Sessanta e, infine, una sezione contemporanea con tavoli di lavoro per workshop, set fotografico, schermo per proiezioni.
 
Il marchese Giovanni Battista Giorgini con alcune modelle - Archivio Giorgini | FirenzeSempre in Cavallerizza, venerdì 11 febbraio, si ripercorreranno i momenti salienti che hanno caratterizzato quell’esordio con un convegno, coordinato dallo stesso Fadigati, cui parteciperanno: Philippe Daverio; Roberta Orsi Landini, storica della moda; Valeria Pinchera, storica economica dell’Università di Pisa; Enrico Minio, direttore della Fondazione Capucci; Elena Perrella, l’imprenditrice che ha recuperato il marchio Schuberth; Grazia Martino, storica collaboratrice di Valentino ed infine Elisabetta Merlo, docente dell’Università Bocconi, che analizzerà il passaggio dalla sartoria all’industria.
A conclusione del convegno, alle 17.30, sarà inaugurata ufficialmente la mostra.
 
Per celebrare i 60 anni dalla nascita dell’Alta Moda in Italia si terranno, a corollario della mostra stessa, alcuni eventi ed incontri.
Per la moda nei libri”, sabato 12 febbraio, sarà ospite Rachele Ferrario per presentare il suo libro “Regina di quadri. Vita e passioni di Palma Bucarelli”; sabato 19 Fabiana Giacomotti con “La moda è un romanzo. Stile ed eleganza nei capolavori della letteratura”, per concludere sabato 26 con Luca Testoni e il suo volume “L’ultima sfilata”.
 
Per“la moda nel cinema, sempre in Cavallerizza, si terrà unarassegna cinematografica con proiezione di pellicole dedicate ad icone di stile e di glamour in questi ultimi 60 anni.
Sabato 12 febbraioLe ragazze di Piazza di Spagna” di Luciano Emmer; domenica 13La dolce vita” di Federico Fellini; sabato 19Il diavolo veste Prada” di David Frankel; domenica 20American Gigolò” di Paul Schrader; sabato 26Valentino. The last emperor” di Matt Tyrnauer e domenica 27Prêt-à-Porter” di Robert Altman.
 
Per vivere …5 minuti da indossatrice”, durante tutta ladurata della mostra, nelle giornate di domenica, dalle 15.00 alle 18.00, i visitatori potranno diventare protagonisti, vestendo esclusivi abiti vintage messi appositamente a loro disposizione e partecipare ad un vero e proprio shooting fotografico, curato da un professionista quale Alberto Clementi.
 
Domenica 13 febbraio al Teatro Cagnoni – per “la moda nella danza” – si terrà lo spettacolo …e fu subito moda”ispirato ai protagonisti del gran ballo organizzato dal marchese Giorgini a conclusione della sfilata del ‘51. Altri quadri saranno dedicati ad alcuni tra i più famosi interpreti della moda nei successivi decenni del XX secolo.
 
Le coreografie, con proiezioni ed interventi attoriali, sono curate dalla Scuola Formazione Danza del Teatro Cagnoni di Vigevano.
 
 Informazioni 
Dove: Cavallerizza del Castello, via Rocca vecchia, 6 - Vigevano
Quando: dall’11 al 27 febbraio 2011. Da martedì a venerdì: il mattino, su prenotazione, per gruppi e scuole, il pomeriggio 15.00-18.00; sabato e domenica: 10.00-12.30 / 15.00-18.30.
Incontri letterari alle 17.00, proiezioni alle 15.00.
Per informazioni e prenotazioni: e-mail: infopointcastello@comune.vigevano.pv.it, tel. 0381/691636
Ingresso: gratuito alla mostra e partecipazione libera a tutte le iniziative a corredo.
 
 
Pavia, 03/02/2011 (9438)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool