Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (1150) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Piccoli Crimini Coniugali
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Ed ero più mata de prima
» Fabule & Scarpule
» Tramp
» Il Mercante di Monologhi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9421 del 28 gennaio 2011 (2867) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Madama Butterly
Madama Butterly
Secondo  appuntamento con la lirica al Teatro Besostri di Mede. Il Teatro dell’Opera di Milano presenta: Madama Butterfly, opera lirica di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, con l’Orchestra Filarmonica di Milano diretta da Claudio Vedagnini e la Corale Lirica Ambrosiana diretta da Roberto Ardigò. Giostre di immagini di Elena Busisi e Mario Migliara (Les farandoles des ilusions)
Realizzazione scenografia e attrezzeria Arti di Scena. La regia e ideazione scenica sono di Mario Riccardo Migliara.
 
Madama Butterflyè la sesta opera di Puccini che scelse il soggetto dopo aver assistito a Londra Di fronte all'incredibile fiasco Giacomo Puccini riprese in mano il libretto, alleggerì le scene, modificò alcune arie e ripresentò Madama Butterfly a Brescia al Teatro Grande il 28 maggio dello stesso anno e da quel giorno iniziò la sua seconda, fortunata esistenza., nel luglio 1900, all'omonima tragedia in un atto di David Belasco, a sua volta tratta da un racconto dell'americano John Luther Long dal titolo Madam Butterfly, apparso nel 1898. Originariamente denominata “tragedia giapponese in due atti”, la composizione, iniziata nel 1901 venne rappresentata alla Scala di Milano. Il 17 febbraio 1904 e fu un autentico fiasco.
 
Il fulcro di Butterfly sta nel gigantesco portale a griglia che rende ancora più esigua la falsa intimità della casa, nei chiaroscuri che si leggono sui volti, quasi dei segni indelebili delle loro passioni solo velate da pareti sottili . Un ambiente che muta sia cromaticamente che a seconda di questa spaziatura, quattro ambienti che come origami racchiudono i protagonisti e le loro illusioni in una prigione impalpabile e un corollario sentimenti collocati in una impietosa ribalta. L’illusione della protagonista si legge sulla struttura della casa, in continua possibilità di variazione.
E’ proprio nella mutevolezza delle immagini che avvengono sulla superficie delle pareti che si ottempera la meraviglia dell’ Ikebana, Immagini che hanno la fragilità di un pizzo e l’inconsistenza di una relazione amorosa nel suo perenne mutarsi legato al desiderio. Lo stagno rappresenta un ulteriore momento naturale fittizio e il piano di svolgimento dell’opera è orizzontale: gli artisti si muoveranno quasi su una passerella.
 
 Informazioni 
Quando: sabato 5 febbraio 2011 alle ore 21,00
Dove: Teatro Besostri, Via Matteotti, 33 - Mede (PV)
Biglietti: interi euro 38,00 ridotti studenti e over 65 euro 30,00
 

Comunicato Stampa

Pavia, 28/01/2011 (9421)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool