Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 10 dicembre 2019 (439) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
» Festival delle Farfalle
» Passeggiate di Quartiere
» Lavanda e farfalle...
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 9332 del 14 dicembre 2010 (3307) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Flora magica al Broletto
Flora magica al Broletto
Il Palazzo del Broletto di Pavia, apre le sue porte al misterioso mondo delle piante ospitando la mostra Floramagica, simbologie, segreti, incantesimi, virtù.
 
Il potere magico attribuito ad alcune piante è documentato fin dall’antichità: già nella Medicina egiziana l’efficacia curativa di determinate specie vegetali era legata a formule estranee a qualsiasi terapia scientificamente intesa.
Da allora l’esperienza empirica ha portato alla graduale scoperta delle reali proprietà farmacologiche di molte specie vegetali, soprattutto nel caso di manifestazioni molto evidenti come effetti tossici, soporiferi, inebrianti e allucinogeni.
Numerose sono le piante nominate nelle ricette di unguenti, pozioni, medicamenti, tinture e infusi considerati magici, perché le forme del regno vegetale hanno spesso suggerito al pensiero umano le più sottili allusioni simboliche: ne sono un’affascinante testimonianza le tavole botaniche dei volumi antichi presentati in questa sede, incise e dipinte da artisti del calibro di Pierre Joseph
Redouté (1759-1840) e Georg Dionysius Ehret (1708-1770).
 
Il percorso espositivo guida attraverso alcune delle suggestioni che le piante considerate magiche hanno avuto ed hanno tuttora: suggestioni a volte dettate dalla vivacità di tradizioni popolari mai spente, anche laddove l’efficacia della terapia farmacologica si sia dimostrata prevaricante.
Fra libri antichi e di pregio, pezzi d’antiquariato legati alla storia della farmacia pavese, reperti zoologici del Museo di Storia Naturale di Pavia e strumenti del Museo di Chimica, la mostra intende offrire uno stimolo a quanti desiderino approfondire il ruolo della flora magica nella letteratura antica e moderna, nella storia della stregoneria europea, nell’Alchimia e nella Medicina popolare.
 
E a proposito di libri, che per delicatezza e pregio non è possibile maneggiare, i curatori hanno pensato di permettere ai visitatori di sfogliare alcuni dei volumi esposti in modo virtuale attraverso l’uso di supporti digitali. È quindi a disposizione del pubblico una postazione interattiva individuale, dalla quale poter scegliere e sfogliare in modalità touchscreen alcuni dei volumi esposti.
 
Anche nell’araldica le immagini tolte dal mondo vegetale sono numerose ed hanno un significato recondito legato alla mitologia, alla religione ed alla magia… In mostra sono esposti sette esemplari di stemmi (legato Marozzi) con piante ed erbe che rimandano in maniera esplicita o in forma di sciarada al cognome.
 
Una serie incontri collaterali svilupperanno infine alcuni aspetti della flora magica nell’arte culinaria, nel cinema e nelle culture primitive dell’Africa e dell’America meridionale.
 
Venerdì 28 gennaio, ore 21.00
Flora magica africana e latino-americana: la chimica degli sciamani
Interverranno Gabriele Caccialanza, Giovanni Vidari, Elsa Nervo, Università degli Studi di Pavia e Chabaco Armijos, Universidad Tecnica Particular de Loja, Ecuador
 
 Martedì 21 dicembre, ore 18.00 (inaugurazione)
Dal calderone delle streghe alla medicina complementare: viaggio cultural-gastronomico verso il benessere
Presentazione e degustazione a cura di Luigia Favalli, in collaborazione con il ristorante Erbaluce di Pavia
 
 Giovedì 13 gennaio, ore 18.00
Giardini incantati: la flora magica e il bianco dello schermo
Conversazione e letture a cura di Nuccio Lodato, Università degli Studi di Pavia
 
 Giovedì 20 gennaio, ore 18.00
Giardini incantati: la flora magica e il bianco della pagina
Conversazione e letture a cura di Nuccio Lodato, Università degli Studi di Pavia
 
 Venerdì 28 gennaio, ore 21.00
Flora magica africana e latino-americana: la chimica degli sciamani
Interverranno Gabriele Caccialanza, Giovanni Vidari, Elsa Nervo, Università degli Studi di Pavia - Chabaco Armijos, Universidad Tecnica Particular de Loja, Ecuador
 

 

 
 Informazioni 
Dove: Palazzo Broletto, piazza della Vittoria (ingresso piazza Cavagneria) - Pavia
Quando: dal 21 dicembre 2010 (inaugurazione ore 18.00) al 30 gennaio 2011. Chiuso il 25 e 26 dicembre e 1° gennaio.

 

La Redazione

Pavia, 14/12/2010 (9332)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool