Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 25 febbraio 2020 (550) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 927 del 24 marzo 2003 (3557) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Gironzolando per cripte
Gironzolando per cripte

Si rinnova l'ormai collaudato connubio tra domenica ecologica e visite guidate.
Domenica prossima marzo torna, infatti, Gironzolandomenica,l'iniziativa promossa dalla cooperativa Progetti in collaborazione con l'assessorato alla Mobilità, che già nel corso degli anni scorsi ha condotto i visitatori attraverso molti angoli inediti di Pavia.

La filosofia delle visite di Gironzolandomenica è sempre la stessa: proporre percorsi alternativi; aggirare i monumenti più celebri per puntare invece l'attenzione su edifici, quartieri e aspetti della città spesso ignorati o tralasciati.

Fedeli a quest'idea le due visite guidate in programma per il 30 marzo:
"Tesori nascosti: vista guidata alle antiche cripte", alle 11.00, e "Al di là del ponte: biciclettata alla scoperta di storia, leggende e tradizioni del Borgo Ticino", alle 15.00.

L'appuntamento della mattina è un invito a tuffarsi nel Medioevo: le cripte di San Giovanni Domnarum e di Sant'Eusebio ci parlano, infatti, dell'epoca lontana in cui Pavia era capitale di regno; ci raccontano di re e regine, di lotte tra vescovi ed eresie religiose; sono tra le pochissime testimonianze architettoniche dell'epoca longobarda e carolingia ancora presenti nel tessuto urbano.

La tradizione vuole San Giovanni Domnarum rifondata dalla regina Gundeberga, figlia della celebre Teodolinda, sui resti di un battistero addirittura di epoca romana, come lascerebbe supporre la presenza in cripta di suspensurae, i tipici mattoni impiegati negli edifici termali romani. Pilastrini e capitelli del VI e VIII secolo e antichi affreschi sono i tesori nascosti di questo luogo suggestivo, celato e gelosamente protetto dalla chiesa secentesca che lo sovrasta.

Anche dell'antica chiesa di Sant'Eusebio è rimasta solo la cripta, fortunosamente salvatasi da secoli bui che hanno visto prima la trasformazione e l'abbattimento dell'edificio di culto, poi l'interramento della cripta e finalmente la sua protezione sotto una discutibile, ma utile tettoia.
Destino bizzarro per un luogo dal passato decisamente illustre: al tempo di Re Rotari, Sant'Eusebio era, infatti, la cattedrale dei Longobardi in una Pavia curiosamente divisa tra due vescovi, in bilico tra cattolicesimo ed eresia ariana.

Lasciandoci alle spalle i ricordi di un passato tanto intenso, l'itinerario del pomeriggio, ci propone di salire in sella alla bici, alla volta del Borgo Ticino, per visitare uno quartieri di Pavia dall'identità più spiccata.
Protagonisti della visita saranno il Ponte Vecchio, il fiume, il monumento alla lavandaia, le case del Borgo Basso, che ci raccontano storie di antichi mestieri, di gente comune eppure straordinaria, tradizioni quasi dimenticate e pittoresche leggende.

 
 Informazioni 
Dove: ritrovo presso il gazebo informativo di Piazza della Vittoria, dove è anche possibile noleggiare gratuitamente una delle bici del Comune.
Quando: domenica 30 marzo 2003 alle ore 11 e 15
Partecipazione: Le visite guidate sono gratuite, offerte alla cittadinanza dall'Assessorato alla Mobilità.

Per informazioni:
Cooperativa Progetti
Tel: 0382/530150
E-mail: info@progetti.pavia.it
 

Alessandra Viola

Pavia, 24/03/2003 (927)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool