Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 15 novembre 2018 (172) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Touch
» Drupi e i New Trolls
» Caccia al tesoro: The Shadows
» Caccia al Tesoro: i Three Dog Night
» Caccia al tesoro: Quatermass

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» 150 anni morte Gioacchino Rossini - Petite Messe Solennelle in Carmine
» All you need is rock
» Semplicemente Sacher
» Madama Butterfly
» Notturni in Certosa
» B&V tra Buenos Aires e Budapest...
» Omaggio a Gershwin
» B&V: fisarmonica o clarinetto?
» Trio In Cassotto a B&V
» La Luna e l'Acqua
» Oracula Sacra
» Sagra delle Sagre Oltrepò
» Vittadini Jazz Festival
» A Pavia Barocca, Frescobaldi e il canto gregoriano
» Aspettando Vittadini Jazz Festival
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 9185 del 27 ottobre 2010 (2527) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Caccia al tesoro: Drupi con "Avanti"
Caccia al tesoro: Drupi con
Eccoci al secondo articolo della nuova rubrica “Caccia al Tesoro”, recensioni volte a riscoprire (o a scoprire “ex-novo”), tutta una serie di “gioiellini”, di “tesori” dimenticati o rimasti nascosti tra le pieghe di un mercato discografico capriccioso, modaiolo e spesso sordo e cieco di fronte a lavori che avrebbero meritato più attenzione.
 
Questa volta parliamo di Drupi, così “amato” (e altrettanto bistrattato) dai suoi concittadini che non si sono mai “ammazzati” per correre a comperare i suoi dischi; pronti ad osannarlo (quando se lo trovano davanti, o in piazza in un concerto gratuito) e a sottovalutarlo in quanto “pavese”, e quindi da non prendere troppo sul serio.
Drupi, in quasi quarant’anni di carriera, ha inanellato una serie di successi notevoli da quando esordì ufficialmente al Festival di Sanremo del 1973 con Vado via, poi Sereno è (1974), Piccola e fragile (1975), Sambariò (1976), Due (1977), Bella bellissima (1979), Soli (classificata 3^ al Festival di Sanremo 1982), Regalami un sorriso (1983), Fammi volare (1985)....; ma è sempre stato soprattutto un cantante da 45 giri (quando c’erano ancora).
A proposito di 45, segnalerei lo strano caso di un singolo, non tanto conosciuto, che è sempre stato il più venduto a Pavia, particolarmente amato dal pubblico pavese che lo ricorda come “la 500 blù” (in realtà porta il titolo di Provincia) e che ne ha fatto un vero e proprio “cult”.

Ma torniamo a Drupi.
I suoi album sono quasi sempre stati, più che altro, veicoli per singoli; ma ce ne sono almeno tre che sono stati significativi come tali: Drupi (del 1981) inciso con i New Trolls, Maiale (1996) che precorreva i tempi di tangentopoli, in cui si bollavano i politici e il cui video-clip (così come la copertina), realizzato da Oliviero Toscani, venne rifiutato da tutte le emittenti televisive italiane, e il best Vado via (1998) realizzato a Los Angeles con l’aiuto di Larry Duun (tastierista e fondatore degli Earth Wind and Fire), di Vinnie Collaiuta, di John Patitucci, di Jim Crespo (chitarrista degli Areosmith) di Charles Fearing (chitarrista di Michael Jackson), del The Pentecostal Community Choir (il più importante coro gospel di L.A., spesso chiamato da Mariah Carrey per spettacoli dal vivo).
 
Ma il “tesoro nascosto” di cui vi voglio parlare è Avanti (1990), album pubblicato dalla Five Records, in cui Drupi si è cimentato nell'interpretazione di brani dei nostri massimi cantautori, alcuni scritti apposta per lui.
Anche qui, la “parte del leone” la fece un singolo, Se Dio Ti Da, sigla italiana della telenovela "La donna del mistero ". Il resto dell’album scomparve nel dimenticatoio.
Errore bestiale! Drupi, finalmente alle prese con brani di forte spessore, scritti tra alcuni dei migliori autori italiani, riesce ad esprimere al meglio tutta la sua capacità interpretativa, facendoci capire quanto più grande avrebbe potuto essere se avesse avuto alle spalle una casa discografica che avesse fermamente creduto in lui e gli avesse trovato autori degni di una voce “importante” del panorama nostrano.
Lo dimostrano la già citata Se Dio Ti Da (di Paoli), Come un Serpente (ancora di Paoli), Teresa e Michele (di Ron), Canzone per Anna e Il Vecchio e il Bambino (di Guccini), Senza Parole (di Jannacci), Natale (di De Gregori), e riesce ad essere credibile (difficile per un pavese come lui) anche quando si cimenta in Napule è di Pino Daniele.
 
Se c’è un disco che bisognerebbe avere (ed ascoltare) di Drupi, oltre alla ovvia “raccolta di successi”, è sicuramente questo Avanti.
 
Cercatelo, ascoltatelo…e mi darete ragione.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 27/10/2010 (9185)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool