Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 18 giugno 2019 (248) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival di Gypsy
» Il romanzo di Baslot
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Lo sguardo Oltre
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
» Giornata del Naso Rosso
» Risate Solidali
» L'Aquila, 6 aprile 2009: una svolta nella comprensione e percezione dei terremoti italiani
» Open Day al Vittadini
» Presentazione inutile
» Maria Corti: una vita per la parola. Un viaggio editoriale
» SEMI
» "Com' è profondo il mare"
» Ti si moj zivot - Tu sei la mia vita
» A tu per tu con Federico Zandomeneghi
» Scuola per cuccioli e le loro famiglie
» Le cose in comune

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lo sguardo Oltre
» Risate Solidali
» "Com' è profondo il mare"
» Ti si moj zivot - Tu sei la mia vita
» Le cose in comune
» Piccolo canto di Resurrezione
» Radiostrambodramma
» C'era una volta... A la nosa manera
» Al fiuto magico ad Rosanna
» Piccoli Argini: La Tempesta
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» La Luna Nuova
» Verso il bosco”
» Enrica, che spettacolo di formica
» Non siamo in pericolo
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9177 del 25 ottobre 2010 (1746) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I Solisti di Pavia
I Solisti di Pavia
Prende il via il ciclo di concerti dedicati a Franz Joseph Haydn (1732-1809). Anche quest’anno l’Orchestra torna ad esibirsi in un luogo estremamente suggestivo, la splendida Basilica romanica di San Pietro in Ciel d’Oro di Pavia, che custodisce i resti mortali di S. Agostino e del filosofo Severino Boezio.
 
Joseph Haydn è stato tra i pochi musicisti ad aver conquistato, vivente, fama e ammirazione in tutta Europa. La Haydn-renaissance, con le celebrazioni nel 2009 per i 200 anni dalla morte, viene evidenziata dai Solisti di Pavia accostando le tre sinfonieLe matin, Le midi, Le soir, scritte tra il 1761 e il 1765.
 
Il primo concerto ha in programma la Sinfonia n.6 in Re maggiore (il mattino), il Concerto per violoncello in Re maggiore e la Sinfonia n.102 in Si bemolle Maggiore.
La Sinfonia n. 6, anche conosciuta come Le matin, apre il ciclo di tre sinfonie dedicate ad altrettante parti del giorno e soddisfa una richiesta specifica nel 1761, avanzata dal principe Paul Anton Esterhàzy.
 
Il Concerto per violoncello in Re maggiore riguarda un periodo più tardo: il 1783, quando Haydn era già celebre in tutta Europa. Fu composto secondo la tradizione per Anton Kraft, il primo dei due violoncellisti che lavoravano per gli Esterhàzy.
Con la Sinfonia n.102 Haydn rivela invece un impegno compositivo considerevole, con elementi innovativi e nuove sonorità.
 
 Informazioni 
Quando: giovedì 28 ottobre 2010, alle ore 21.00
Dove: Basilica si San Pietro in Cile d’Oro, Pavia
Biglietti: intero 16 euro; ridotto giovani (fino a 25 anni) 10 euro
 

Comunicato Stampa

Pavia, 25/10/2010 (9177)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool