Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 5 dicembre 2019 (529) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 10 per Pavia a Catania!
» Il Demetrio su Amadeus
» La Sella Plicatilis a Magdeburgo
» Adotta un'orchidea!
» Beatles Next Generation: bufala o realtà?
» Oh, questa è bella! (appendice sanremese)
» George Harrison - Living in the material world
» I ragazzi della Via Stendhal
» Una tela del Procaccini a Lungavilla
» Donald & Jen MacNeill e i Lowlands
» La musica in Portogallo
» Cucina ebraica in Lomellina
» Mistero a Pavia
» Musica e auto
» La colomba… Ha fatto l’uovo!
» Musica ceca
» Una giornata a Camillomagus
» Piva piva l'oli d'oliva
» CicloPoEtica 2010
» Crociera “beatlesiana"

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Zuppa alla Pavese 2.0
» Autunno Pavese: tante novità
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Pop al top - terza tappa
» Sagra della ciliegia
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 9152 del 16 ottobre 2010 (3456) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Sodalizio gastronomico...
Sodalizio gastronomico...
Per volontà di un gruppo di amici che onorano ed esaltano la “pavesità”, sotto gli auspici e con il patrocinio del Circolo culturale La Barcéla, è nata la libera associazione denominata “Sodalizio dei Cavalieri della Zuppa alla Pavese & dell’Alborella”
 
La  Zuppa alla Pavese è un piatto appartenente alla più antica tradizione gastronomica di Pavia, terra di grandi tradizioni culturali, e consiste in una zuppa di brodo costituita principalmente da pane casereccio, formaggio grattugiato e uovo fresco. Secondo la tradizione la ricetta ebbe origine nel 1525 da un episodio che vide protagonista Francesco I di Francia il quale, durante la battaglia di Pavia, fu fatto prigioniero e condotto in una cascina (la Repentita) per rifocillarsi. Gli fu servita una zuppa con gli ingredienti sopra citati diventata, in seguito, famosa nel mondo intero quale “zuppa alla pavese” .
 
Il pesce Alburnus, conosciuto comunemente come Alborella in lingua italiana e Arburéla in vernacolo pavese, è diffuso in tutta Europa, dalla Francia agli Urali. L’alborella è il più antico regalo succulento che il “Tesìn” abbia fatto ai Pavesi e a tutti i suoi rivieraschi. Nei secoli, prezioso alimento per la gente che  sul fiume lavora, fatica, si incontra, soffre, gioisce, è diventato, cucinato fritto o in carpione, un piatto tipico della nostra sana tradizione popolare.
 
Il Sodalizio infatti si propone di costituire uno strumento operativo per comunicare il territorio attraverso i suoi “sapori” . Si impegna pertanto nella preservazione e nella diffusione di piatti di antica tradizione pavese, vanto indiscusso di quell’Italia gastronomica riconosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Vuole essere paladino del valore della storica gastronomia locale per soddisfare il diffuso bisogno di memoria presente nei giovani.
 
 Informazioni 
 

Comunicato Stampa

Pavia, 16/10/2010 (9152)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool