Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (934) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9001 del 28 luglio 2010 (2075) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
“DEPARTURES: la “rassegna che parte” - 5^ puntata”
“DEPARTURES: la “rassegna che parte” - 5^ puntata”
Ebbene sì. Questa è l’ultima puntata, la rassegna continua, ma dovrete cavarvela da soli. Qui finalmente si va in vacanza.
 
Giovedì 29 luglio è la volta de’ Il canto delle spose per la regia di Karin Albou. In 1^ visione a Pavia.
A Tunisi nel novembre del 1942 due adolescenti, Myriam e Nour sono amiche e “vicine”, non solo di casa, condividendo da sempre ogni segreto. Nour, musulmana, è presa di Khaled, che il padre però non vuole in famiglia finché non avrà un lavoro. Myriam invece, ebrea e senza il papà, è promessa a Raoul, un medico benestante che, anche se molto più vecchio di lei, sarà forse capace di badare ai problemi economici che assillano la sua famiglia. Le due ragazze si vogliono bene, ma l'occupante tedesco, che può contare anche sui francesi collaborazionisti, inizierà presto a rovinare tutto, con la sua propaganda tesa a porre gli uni contro gli altri musulmani ed ebrei. Una tenera amicizia in una violenta e dura realtà. Autentico cinema al femminile.
 
Sabato 31 luglio Gli abbracci spezzati di Pedro Almodóvar. Mateo Blanco è stato regista. Un artista dello sguardo. Oggi che non vede più ha deciso di rinnegare il suo passato, appartarsi dal mondo, cambiare addirittura nome, scrivendo romanzi, soggetti e sceneggiature con lo pseudonimo Harry Caine. Certo, anche cieco è ancora un uomo affascinante, che prende dalla vita ogni giorno quello che la vita ancora gli può dare. Alfred Hitchcock o Otto Preminger amavano raccontare storie con le immagini utilizzando la cosiddetta “messa in scena invisibile”. Altri autori, come Lars von Trier o David Lynch preferiscono scatenare il disagio da subito, attraverso la forma, prima ancora che col contenuto. Pedro Almodóvar appartiene ai registi del primo tipo. Dategli uno spazio omogeneo, un'atmosfera verisimile, dei personaggi credibili e lui sconvolgerà tutto mescolando le carte, meglio, rovesciando proprio il tavolo da gioco.
 
E arriva agosto. Domenica, il , sarà in programma È complicato di Nancy Meyers.
Il mio amante è il mio ex marito”: non male come frase lancio del film. Jane e Jake Adler, tre figli ormai grandi, sono divorziati da dieci anni. Lei gestisce con charme una caffetteria a Santa Barbara, lui “si impegna” con la nuova moglie, molto più giovane, e soprattutto con il non facilissimo e di lei fanciullo. Poi uno dei loro figli si diploma a New York e questo pretesto porta di nuovo Jane e Jake a condividere il talamo, dando la stura ad una complicatissima storia extra-coniugale seppur tra due ex-coniugi. Sapere “quello che le donne vogliono”. Ecco il segreto di Nancy Meyers, la regista di questa buona, divertente, vera, commedia da terzo millennio.
 
Martedì 3 agosto l’ennesima “prima dimenticata” con uno dei film più interessanti dell’annata cinematografica: Welcome di Philippe Lioret. Una storia d'amore e di amicizia tra un uomo francese ed un ragazzo curdo. Il lirismo, la realtà più cruda, le condizioni più disumane e inaccettabili. Bilal è un giovane curdo che ha lasciato il suo paese alla “temporanea” volta di Calais, dove sogna, e spera, di imbarcarsi per l'Inghilterra. Dall'altra parte della Manica lo attende la sua innamorata, un'adolescente che il padre ha promesso in sposa a un ricco cugino. Dopo esser stato cacciato indietro da un tentativo di salire clandestinamente su un traghetto, Bilal decide che attraverserà la Manica a nuoto. Eccolo allora frequentare la piscina comunale. Eccolo incontrarvi Simon, istruttore di nuoto deluso dalla vita. Senza più voglie ne' entusiasmi, e vicino alla separazione dalla moglie, ancora enormemente amata, certo, anche se segretamente.
Osannato dalle platee al Festival di Berlino, campione al botteghino oltre le Alpi, Welcome da noi arriva poco e male. Sarà per la coda di paglia? Eppure un racconto morale che si interroghi sul concetto di alterità, e in cui è facile riconoscere i canoni dell'attualità, non potrà mica uccidere qualcuno?
Sopraffazione, ospitalità negata, nuovi codici sociali, paure senza motivo, convivenza difficile, intolleranza che cresce, odio, sospetto, violenza contro tutte le minoranze.
Purtroppo il coraggio del singolo, anche quando così eroico non riscatta, l'inerzia di tutta una società. Relazionale.
 
I prezzi: biglietto intero 5 euro, ridotto AGIS, Cinetica Film Club, 4 euro, anziani 3 euro. Liquide, di speranza, ottimistiche visioni allora.

E ci “leggiamo” al nostro rientro.
 
 Informazioni 
Dove: Chiostro dell'Istituto Vittadini, via Volta, 31 - Pavia
Quando: nelle date indicate alle 21.45
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 28/07/2010 (9001)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool