Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 1 giugno 2020 (1028) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 9000 del 21 luglio 2010 (2006) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
“DEPARTURES: la “rassegna che parte” - 4^ puntata”
“DEPARTURES: la “rassegna che parte” - 4^ puntata”
Departures, la rassegna, veleggia ormai da un po’. Vediamo che ci offre questa settimana.
 
Giovedì 22 luglio Il mio amico Eric di Ken Loach. In 1^ visione un Ken Loach in perfetto equilibrio tra commedia e dramma. Il protagonista è un impiegato delle Poste britanniche che vede peggiorare la sua vita ogni giorno. Lily, la donna che lui ha abbandonato è il suo unico e vero amore. Oggi però ci sono i due figliastri, che gli ha lasciato una donna che adesso non c'è, e, tra l'altro, con uno di questi c’è pure un pessimo rapporto. Per Eric l'unico rifugio rimane il tifo calcistico e soprattutto la grande ammirazione per quello che, nel passato, è stato il suo più grande campione, Eric Cantona. Ripartire” dal sogno. Ken Loach realizza con Looking for Eric uno dei suoi film più maturi. E se fino ad oggi ci ha consegnato opere che restano nella Storia del Cinema non dimenticando l'impegno verso i più negletti delle nostre opulente società, quest'ultimo suo lavoro non è solo rigoroso, partecipe, con qualche inserto comico, ma con una dominante drammatica. L'equilibrio perfetto, essenziale, osmotico tra lacrima e riso. E che dire infine dell'apparizione del vero Cantona-star? Ironica, astratta, commossa, toccante.
 
Sabato 24 luglio Nemico pubblico di Michael Mann. John Dillinger è un ladro col vizio del baseball, del cinema e delle macchine che corrono. A colpi di mitra guida una gang armata, svuota casseforti di banche, estingue i debiti degli americani resi indigenti dalla crisi. Le sue apparizioni fulminee imbarazzano un Edgar Hoover, ambizioso ed in scalata, direttore dell’FBI. Ecco quindi nascere la sua nemesi. Elegante ed impavido, Dillinger dovrà affrontare un doppio davvero pericoloso, Melvin Purvis, efficiente, serio, laconico, spietato. Denaro facile, ed eccitazione: il raggiungimento di una fama istantanea. Fotografia (troppo) realistica e utilizzo antitradizionale dell'alta definizione”? È davvero una specie di falsa partenza? Semplicemente no! Con Public Enemies la ricostruzione è di tale portata, di così rivoluzionaria entità, che anche formalmente il film aveva la necessità di distinguersi, con buona pace di chi ancora pensa che pellicola e video, fotografia analogica e digitale siano soltanto modi per “filmare una storia”.
 
Domenica 25 luglio Agorà di Alejandro Amenábar. Siamo ad Alessandria d'Egitto nella seconda metà del IV secolo dopo Cristo. Nella grande e colta città convivono cristiani, pagani ed ebrei, ma soprattutto è attivo un centro di ricerca scientifica all'avanguardia. Vi spicca, per acume e spirito di indagine, la giovane Ipazia. Il pericolo è donna, sempre. D'altronde la donna fa paura ai talebani, incute timore ai padri che non tollerano le sue scelte sentimentali, o semplicemente sessuali, fa paura all'homo rationalis, perché sente di non sapere difendersi dal suo fascino. Ecco allora le streghe da bruciare, le fedifraghe da lapidare, le figlie infedeli da strangolare. E fa paura anche Ipazia, che si dedica anima e corpo alla relazione tra filosofia e scienza, per prima intuisce che i pianeti compiono un'ellissi intorno al sole, insegna a tutti, senza badare al censo o alla casta cui appartengono. Ammettiamolo. A qualcuno il film non è piaciuto: “...l'attrice è troppo bella, eppoi muore troppo nuda, i costumi fan troppo “peplum”, le scenografie sembrano far parte di un film”. Ebbene sì, lo ammettiamo. Ci avete beccato. Rachel Weisz è un'attrice e non la vera Hypatia. Non eravamo lì quando è morta, ma pensiamo che la nudità, quando rispecchia una plausibile adesione alla realtà sia accettabile, e, ancora, ebbene sì, quello che andrete a vedere è proprio un film. Ci sembrava giusto che lo sapeste anche voi...
 
Martedì 27 luglio Il concerto di Radu Mihaileanu. Andreï Filipov è un direttore d'orchestra messo da parte dal potere di Brežnev e cui non si permette più di dirigere ne’ di occuparsi di musica. Poiché la sua orchestra è fatta principalmente da musicisti ebrei, e lui non ci sta a licenziarla viene epurato: da trent'anni spolvera e lucida la scrivania del più recente e assolutamente non brillante direttore del Bolshoi. Poi un fax arriva in teatro... Passato e presente che “si accordano”, un film che “sbuca” in un altro. Quando è il caso di partire e quando è quello di rimanere? Dove volevano autodeportarsi gli ebrei di Train de Vie con la loro tradotta finto-forzata se non nella Russia sovietica che, al tempo, prometteva loro uguaglianza, nonché vite salve ed integrate? Il concerto racconta quello che è successo dopo.
 
I prezzi: biglietto intero 5 euro, ridotto AGIS, Cinetica Film Club, 4 euro, anziani 3 euro. Limpide visioni allora.
 
 Informazioni 
Dove: Chiostro dell'Istituto Vittadini, via Volta, 31 - Pavia
Quando: nelle date indicate alle 21.45

 

Roberto Figazzolo

Pavia, 21/07/2010 (9000)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool