Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 19 luglio 2019 (254) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival di Gypsy
» Birrifici in Borgo
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» Festival delle Farfalle
» Il romanzo di Baslot
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Lo sguardo Oltre
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
» Risate Solidali
» Giornata del Naso Rosso
» L'Aquila, 6 aprile 2009: una svolta nella comprensione e percezione dei terremoti italiani
» Presentazione inutile
» Open Day al Vittadini

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» La bellezza della scienza
» Presentazione inutile
» Maria Corti: una vita per la parola. Un viaggio editoriale
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 8902 del 16 giugno 2010 (5702) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
C'è un nuovo giallo in città
C'è un nuovo giallo in città
Ed è il mio! Ebbene sì, ci sono ricascato e ho pubblicato un nuovo romanzo giallo; il quarto, per la precisione.
 
Tutti i Colori del Grigio”, questo il titolo, verrà presentato alla Libreria Delfino, a  introdurre l’incontro con l’autore (cioè il sottoscritto) sarà Filiberto Mayda, giornalista de La Provincia Pavese. Giusto in tempo per offrire un’occasione di lettura per chi si accinge ad andare in vacanza (questa è una lurida propaganda commerciale, ma essendomelo autoprodotto…).
 
Come mai, potrebbe chiedersi qualcuno, è trascorso così tanto tempo dall’ultimo romanzo pubblicato?
Beh, la crisi dello scrittore non è una leggenda metropolitana. Mi è veramente capitato di non riuscire più a scrivere; o perlomeno, non riuscivo più a concentrarmi su un romanzo.
Poi, improvvisamente, nell’estate del 2006, nel giro di soli tre mesi è nato ed ho portato a termine questo “Tutti i colori del Grigio”.
A quel punto ho voluto tentare la strada della “grande” editoria. Purtroppo non sono ne un “giovane” scrittore, ne un cabarettista, ne uno sportivo e tantomeno un politico; per cui sono tagliato fuori da tutte le categorie contemplate per la pubblicazione di un libro. I tempi di attesa per una risposta, poi, sono “biblici”. Dopodichè ho ritentato con i piccoli editori; ma anche qui ci si sente rispondere che è un momento di crisi….. ecc. Così ho deciso di pubblicarlo a mie spese, anche solo per curiosità, per vedere se i miei vecchi lettori mi sono ancora affezionati.
 
Tutti i colori del grigio” è un titolo “ad effetto”, ma c’è anche un significato che viene spiegato da uno dei protagonisti. In buona sostanza la realtà non è solo bianca o nera, ma si nasconde in tutte le possibili sfumature di un grigio intermedio che, solo in apparenza, è uniforme.
La trama si collega in qualche modo al precedente Trittico Provinciale e, come nei romanzi precedenti, il protagonista è sempre lo stesso (il mio alter-ego o, come si dice oggi, il mio “avatar”), l’ambientazione è sempre pavese (tranne alcuni flash “esteri”), utilizzo sempre amici con nomi e professioni cambiate come miei co-protagonisti (ma quello di riconoscere i veri personaggi è sempre stato un gioco carino tra me e i miei lettori) ma, questa volta, il libro è un po’ più “cattivo”. Alessandro Gennari (uno dei miei due amici/giornalisti scomparsi, insieme a Sandro Ottolenghi, a cui ho dedicato questo volume) mi accusava sempre di essere troppo “buono”. Questa volta non lo sono.
 
Se riuscirò a vendere abbastanza copie da coprire le spese, ripeterò l’esperienza perché ero già arrivato a scrive più di metà di un nuovo romanzo, quando mi sono fermato: che senso aveva scriverne uno nuovo se il precedente era ancora in attesa di pubblicazione?
Adesso l’ho ripreso e conto di finirlo entro l’anno. E’ completamente diverso dai precedenti perché si svolge tutto nella mia mente, in un succedersi di ricordi ripescati nei cassetti reconditi della memoria e nei dati del DNA tramandatimi dai miei parenti e antenati: una serie di indizi che mi porteranno poi a scoprire un delitto di cui conoscevo tutto senza saperlo. “Buon Sangue non Mente”, oltre che come modo di dire, può essere letto anche come contrapposizione tra Sangue (reale) e Mente (illusoria).
 
 Informazioni 
Quando: giovedì 17 giugno alle 18,30.
Dove: Libreria Delfino, p.za Vittoria - Pavia

 

Furio Sollazzi

Pavia, 16/06/2010 (8902)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool