Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 14 dicembre 2019 (206) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Tracce
» IT.A.CÀ
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 8873 del 7 giugno 2010 (3986) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
4° Palio del Ticino
4° Palio del Ticino
L’Associazione Amici del "Palio del Ticino" riporta il capoluogo indietro nel tempo, durante la dominazione Viscontea, nel periodo in cui il Duca era Filippo Maria, figlio di Caterina e di Gian Galeazzo Visconti… l’epoca dell’antico palio di Pavia, di cui quest’anno organizza la 4^ rievocazione.
 
Pavia era allora una delle potenze fluviali più importanti, sia dal punto di vista commerciale sia militare. Per questo, il 23 giugno del 1431 settanta navi della Serenissima, cariche di soldati, risalivano il Po per assediare la nostra città… ma la flotta ducale, capitanata dal nobile pavese Pasino degli Eustachi, le affrontò e le sconfisse nei pressi di Casalmaggiore, facendo migliaia di prigionieri.
Al rientro alla darsena, con le navi addobbate a festa con tutto quanto di vistoso e appariscente avessero a disposizione, divise e scudi dei Veneziani sconfitti inclusi (da cui l’origine del “Gran Pavese”), la flotta venne accolta da una città esultante ed è quel giubilo a venir ricordato dal Palio del Ticino.
 
Oggi il Palio, programmato come di consueto nella seconda domenica di giugno, consiste in una regata in barcè a quattro. I vogatori delle società remiere locali in divisa da gara (maglietta bianca, casacca, pantaloni lunghi bianchi e scarpe bianche), dopo aver sfilato nel corteo storico e aver prestato giuramento facendo promessa di “impegno e lealtà”, si sfideranno nel tratto di fiume di 1200 metri che va dalla Battellieri Colombo al Ponte Coperto (Lavandaia) con linea di partenza, segnalata con Gran Pavese sospeso sul fiume.
Le qualifiche si disputeranno, a cronometro con partenza lanciata ogni due minuti, a partire dalle 18.00, mentre alle 19.00 si terrà la finale.
 
In calendario per sabato sera alle 20.30 nel pittoresco scenario del Castello, è, invece, l’ormai tradizionale cena medioevale, durante la quale sarà possibile gustare squisiti piatti della nostra tradizione culinaria, intrattenuti da spettacoli e musiche che contribuiranno rendere ancor più suggestiva un’atmosfera già di per sé magica…
 
Nella giornata di domenica, a corredo del Palio, si avrà la possibilità di riscoprire arti, mestieri e prodotti tipici della nostra provincia, presentati e offerti al pubblico dalle 10.00 e nell’arco dell’intera giornata nei dintorni del Ponte Vecchio.
 
La Basilica di S. Michele Maggiore alle 10.30 ospiterà la Santa Messa e la cerimonia di benedizione del Palio, con la presenza di sbandieratori, figuranti e armigeri in costumi quattrocenteschi.
 
Per le 16.30 è previsto l’avvio dal Castello Visconteo del corteo storico che accompagnerà sulle rive del fiume Ticino i vogatori delle otto associazioni che quest’anno si contenderanno il “Cencio”. All’arrivo in piazzale Piazzale Ghinaglia si terrà il Giuramento dei vogatori e, al termine del Palio, la stessa piazza sarà sede della premiazione dell’equipaggio vincente con consegna del “Cencio” e dell’estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria del Palio.
 
 Informazioni 
Dove: Pavia
Quando: 12 e 13 giugno 2010
Partecipazione: la cena è aperta a tutti, ma è necessaria la prenotazione, che si può effettuare presso le sedi delle società (Canottieri Ticino – 0382/303395, Motonautica Pavia – 0382/26141, Battellieri Colombo – 0382/26952, Club Vogatori Pavesi - via Trinchera  Pavia, Circolo La Lanca – 0382/556533, Circolo La Barcela – 0382/33636, La Mangialoca c/o Cassago Bruno via Betulla, 3 Groppello Cairoli, C.U.S. Pavia – 0382/27422)
 

La Redazione

Pavia, 07/06/2010 (8873)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool