Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 15 novembre 2019 (325) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un patrimonio ritrovato
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 8771 del 7 maggio 2010 (1892) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Donna tra mito e società
Donna tra mito e società
Giuliano Grittini, celebre fotografo milanese, espone i suoi ritratti femminili al Collegio Santa Caterina di Pavia.
 
L’esposizione “Donna tra mito e società: una mostra al femminile”, che rimarrà allestita da domenica 9 fino al 16 maggio, raccoglie diversi scatti di grandi interpreti femminili della nostra cultura e spettacolo tra cui Maria Corti, Carla Fracci, Sofia Loren, Milva, Fernanda Pivano e Alda Merini, la poetessa, recentemente scomparsa, di cui Grittini è stato amico e stretto collaboratore.
 
“Il fotografo consegnerà ai posteri una sua interiorizzazione, una realtà che spesso sfugge alla persona stessa. È questo il mistero della fotografia…”: così Alda Merini a proposito di Giuliano Grittini, l’artista amico che l’ha ritratta negli ultimi vent’anni della sua vita. Va detto…che Giuliano Grittini non nutre l’ambizione di fare, pianificandola nei metodi e nelle intenzioni, quella che … si suole comunemente denominare “fotografia d’arte”.
La sua è l’opera, quanto mai sobria, di un testimone lucido e intelligente, una presenza attenta e discreta che attraversa il mondo con il massimo riguardo possibile e registra, cattura, “taglia” (in senso fotografico) una realtà sempre affollata di umane presenze. Ma ciò che massimamente stupisce, delle fotografie di Giuliano Grittini, è lo straordinario pudore, umano e intellettuale, che le sottende, mai disgiunto, nondimeno, da una sfumatura di raffinata ironia...
 La sua elusiva disposizione nei confronti della sedicente “fotografia d’arte”, ha finito con il sortire, in verità, l’effetto diametralmente contrario, palesando, cioè, la sua profonda, peculiare natura d’artista. Lo squisito mélange d’ironico acume e profondo ritegno, disincantata lucidità intellettuale e una prensile, sensibilissima disposizione verso il reale, appartengono infatti, prima che alla sua persona, alla sua arte, di fotografo nonché di pittore, anzi, come vedremo, di versatile artista tout court, capace di operare con altrettale efficacia sui più disparati versanti espressivi. Si potrebbe aggiungere, infine, che non meno importante, in Grittini, sia la facoltà di conferire al dato oggettivo, reale, risonanze ulteriori, inattese, disvelandone, attraverso i più imprevedibili artifici pittorici, le implicite potenzialità evocative e, perché no, visionarie.
Grittini lavora sul ritratto talvolta lasciandosi andare, cedendo a una sorta di travolgente affabulazione pittorica, oppure attingendo con disinvolta scioltezza al tocco più sensibile e raffinato, abbandonandosi ora a un moto sorgivo e spontaneo, ora volgendosi a procedimenti attentamente studiati, alle più scaltrite manipolazioni che le tecniche grafiche possano offrire, o, ancora, passando dall’irruente gesto informale a un delicato calligrafismo automatico
. - (da un saggio su Grittini di Enrico Badellino)
 
Giuliano Grittini è nato nel 1951 a Milano dove vive e lavora con numerosi artisti e poeti. Ha frequentato la scuola di disegno grafico e ha iniziato a lavorare presso gli studi di numerosi artisti. Per alcuni anni ha lavorato come esperto di tecnica della stampa conseguendo il titolo di stampatore d’arte. Collabora con alcune riviste d’Arte e di Poesia. Ha tenuto diverse esposizioni personali e collettive e ha partecipato a numerose Mostre d’Arte sia nazionali che internazionali.
Autore di numerose pubblicazioni, tra le quali si ricordano un libretto di epigrammi e fotografie su vari artisti e poeti intitolato “44 facce d'Autore” Grittini ha inoltre pubblicato per Stampa Alternativa, “Fotografie e Aforismi di Alda Merini - Ringrazio sempre chi mi dà ragione”. Altri suoi lavori sono: “Aforismi di Alda Merini”, “Fotografie e poesie di Alda Merini” e “Ritratti di Poeti e Artisti”.
 
 Informazioni 
Dove: Collegio Santa Caterina, via San Martino, 17 - Pavia
Quando: dal 9 al 16 maggio 2010, tutti i giorni dalle 16.00 alle 19.00
Ingresso: libero
 
 
Pavia, 07/05/2010 (8771)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool