Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (932) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 8727 del 29 aprile 2010 (2164) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Vedere, Leggere, Ricordare
La copertina del libro di Caruso
In occasione delle giornate della memoria per ricordare le vittime del terrorismo (9 maggio, anniversario dell'uccisione di Aldo Moro) e dell'impegno per ricordare le vittime delle mafie (23 maggio, anniversario della morte di Giovanni Falcone), l’Istituzione Cultura Città di Vigevano ha organizzato il ciclo di film e incontri con l’autore dal titolo: Vedere, Leggere, Ricordare, momenti di approfondimento, conoscenza e riflessione, presso la Biblioteca civica Mastronardi.
 
Il primo appuntamento sarà la sera di martedì 4 maggio con la proiezione del film Buongiorno Notte (2003), per la regia di Marco Bellocchio.
Gli “anni di piombo” rivivono attraverso la vicenda di Chiara, brigatista coinvolta nel rapimento di Aldo Moro. L’ideologia si intreccia con la sua esistenza quotidiana. Ma l’utopia non riesce a compensare la ferocia della lotta e Chiara comincia ad avvertire un dubbio morale che indebolisce le sue certezze.
La proiezione sarà preceduta da un’introduzione di Luca Malavasi, storico del cinema, che ha curato la scelta dei film della rassegna.
 
Venerdì 7 maggio (ore 21.00), spezzerà il ciclo di proiezioni un incontro con l’autore Alfio Caruso, che presenterà il suo nuovo libro Milano Ordina Uccidete Borsellino, (Longanesi editore, 2010).
Diciotto anni dopo ignoriamo chi azionò il telecomando della strage di via D’Amelio, in cui vennero macellati Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta. Oggi sappiamo soltanto che Cosa Nostra partecipò alla preparazione dell’attentato e che Borsellino non fu ucciso per il fallimento della trattativa condotta dai carabinieri con Riina attraverso la mediazione di Vito Ciancimino. La minuziosa rilettura d’ingialliti verbali, le dichiarazioni di antichi testimoni, l’incrociarsi di vecchie e nuove verità aprono uno scenario rabbrividente. Sullo sfondo campeggia inquietante il Ros dei carabinieri: a che gioco giocava? Assodato che fu Provenzano a consegnare Riina, quali garanti dal gennaio ’93 hanno protetto la latitanza di «zu Binnu», non a caso arrestato dalla polizia?
La serata sarà condotta da Luciano Scalettari, inviato di Famiglia Cristiana.
 
Per venerdì 14 maggio è in programma la proiezione del film Un Eroe Borghese, diretto da Michele Placido (1995). Tratto dal libro-inchiesta di Corrado Stajano(1991), il film ripropone i fatti che portarono all’uccisione dell’avvocato civilista milanese Giorgio Ambrosoli che, nominato commissario liquidatore di una banca del finanziere Michele Sindona, si ritrovò invischiato nel groviglio di interessi che vedeva legati Sindona, alcuni esponenti politici (tra cui Giulio Andreotti), la mafia e il Vaticano, e dopo aver resistito a pressioni e minacce, venne assassinato da un sicario dello stesso Sindona.
 
Ultimo film di questa mini rassegna, in programma per venerdì 21 maggio, è La Seconda Volta, titolo del 1995 che vede Mimmo Calopresti esordire alla regia e Nanni Moretti come produttore e attore. Nei panni di un professore universitario Moretti incontra per caso la donna che 12 anni prima, in attentato terroristico, gli sparò alla testa: la pallottola è ancora conficcata nel suo cranio. Lei è stata condannata a trent’anni e gode di un regime di semilibertà. Alberto la pedina, fa la sua conoscenza. Lisa, questo il suo nome, non lo riconosce e lo scambia per un corteggiatore. Inizia così un gioco inquietante, attraverso il quale Alberto tenta di trovare una risposta all'interrogativo che lo ossessiona da molti anni…
 
 Informazioni 
Dove: Sala Franzoso della Biblioteca L. Mastronardi, c.so Cavour, 82 - Vigevano
Quando: nelle date indicate alle 20.45
Ingresso: libero e gratuito
Per informazioni: tel. 0381/70149
 

La Redazione

Pavia, 29/04/2010 (8727)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool