Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (935) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 8509 del 19 febbraio 2010 (1992) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Troviamoci a teatro… a Broni!
Troviamoci a teatro… a Broni!
Sta per rialzarsi il sipario del teatro dell’oratorio di Broni. Prenderà infatti il via sabato 27 febbraio la rassegna teatrale “Troviamoci a teatro…”, organizzata dall’oratorio bronese e giunta alla sua quarta edizione.
 
Il duplice scopo è sempre quello: ricordare l’attore comico-dialettale di Broni Lasarat cui la stagione è intitolata ed offrire ai cittadini bronesi e a quelli dei paesi limitrofi un’opportunità per uscire di casa e trascorrere alcuni momenti lieti a teatro. Non da ultimo anche l’obiettivo di “celebrare” la cultura popolare così importante ed attuale.
Le serate in cartellone quest’anno saranno sette, tutte di sabato e tutte con inizio alle ore 21.00. Ci sarà prosa, teatro di rivista, ma anche musica e un ricordo del beato don Carlo Gnocchi, a pochi mesi dalla sua beatificazione, con uno spettacolo di grande suggestione.
 
Si inizia sabato 27 febbraio con una compagnia “new entry” per la stagione bronese, I “Fuoridicopione” di Voghera che presenteranno il lavoro dal titolo “Curaag scapuma” per la regia di Beppe Buzzi. Sabato 6 marzo sarà la volta del “Galà dell’Accademia” con gli insegnanti e gli allievi dell’Accademia Musicale di Stradella. Il sabato successivo, 13 marzo, il Laboratorio teatrale dell’Unitre di Pavia tributerà un omaggio a Luigi Pirandello rappresentando due sue opere: “Le lumie di Sicilia” e “L’uomo dal fiore in bocca”, mentre sabato 20 marzo salirà sul palcoscenico la Compagnia teatrale “I falsi d’autore” di Lungavilla con “I surpres ien mai finì”. Sabato 27 marzo il ricordo della figura di don Carlo Gnocchi e della sua grande testimonianza. “L’uomo è un pellegrino malato d’infinito” è il titolo di questo spettacolo, promosso dalla Fondazione don Carlo Gnocchi di Salice Terme, fatto di musica e letture sulla vita e sull’opera del beato.
 
La rassegna riprenderà dopo le festività pasquali e come tradizione sarà chiusa dalla compagine di casa, la Compagnia Dialettale dell’Oratorio di Broni che proporrà al suo affezionato pubblico la rivista comico-musicale “Smanie per la villeggiatura e…ritorno”, una rivisitazione in chiave bronese della “Trilogia della villeggiatura” di Carlo Goldoni. L’appuntamento con la compagnia bronese è doppio: sabato 10 e sabato 24 aprile.
 
 Informazioni 
Quando: 27 febbraio – 24 aprile 2010
Dove: Oratorio, Broni
Informazioni e prenotazioni: dal martedì al sabato dalle ore 15.00 alle ore 19.00 componendo il numero 0385.52184.
 
 
Pavia, 19/02/2010 (8509)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool