Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 19 luglio 2019 (254) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Birrifici in Borgo
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» Festival delle Farfalle
» Il romanzo di Baslot
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Lo sguardo Oltre
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
» Giornata del Naso Rosso
» Risate Solidali
» L'Aquila, 6 aprile 2009: una svolta nella comprensione e percezione dei terremoti italiani
» Presentazione inutile
» Open Day al Vittadini

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» La bellezza della scienza
» Presentazione inutile
» Maria Corti: una vita per la parola. Un viaggio editoriale
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 8423 del 21 gennaio 2010 (1698) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Per il Giorno della Memoria
Particolare della locandina dell'incontro
Le celebrazioni che ogni anno coinvolgono tutto il Paese nel ricordo della tragedia della Shoah vedono anche Pavia in prima fila nel proporre al pubblico occasioni di riflessione dedicate al tema in questione. In particolare, la rassegna culturale Quattro chiacchiere con…, predisposta dalla Biblioteca Bonetta in collaborazione con l’Università degli Studi, il Liceo Scientifico Copernico e la Libreria CLU, ha messo in calendario ben appuntamenti molto interessanti e di elevato spessore didattico.
 
Per lunedì 25 gennaio è in programma un incontro con Anna Maria Casavola che, introdotta da Pierangelo Lombardi - Direttore dell’Istituto pavese per la Storia della Resistenza -, presenterà il suo ultimo libro “7 ottobre 1943: la deportazione dei carabinieri romani nei Lager nazisti”.
 
Anna Maria Casavola collabora da anni in veste di ricercatrice con il Museo della Liberazione e con l’Associazione ex internati nei Lager ed ha avuto modo di analizzare in quelle sedi una serie di documenti e testimonianze inedite che consentono di approfondire gli aspetti meno noti dell’occupazione nazista in Italia, mettendo in luce l’eroismo di anonimi militari che ebbero il coraggio di opporsi alla barbarie degli occupanti.
Questo volume esamina il caso poco conosciuto del tragico destino di circa duemilacinquecento carabinieri romani che il 7 ottobre 1943 vennero catturati dai nazisti e deportati nei campi di sterminio, prologo alla più nota deportazione degli oltre mille ebrei. 7 ottobre - 16 ottobre 1943: le due date sono strettamente collegate: Kappler, evidentemente, odiava i Carabinieri almeno quanto gli ebrei.
 
Sempre in occasione della Giorno della Memoria, Quattro chiacchiere con… propone, per il 27 e il 28 gennaio, anche uno spettacolo teatrale dal titolo “Scrivo con le mani legate”, che metterà in scena le testimonianze scritte contenute in tre diari scritti nel corso della prigionia nei Lager: quelle di Dietrich Bonhoeffer, Franz Iagerstatter e Etty Hillesum.
 
Dietrich, cospiratore contro il regime nazista, protestante, grande pensatore e teologo, la cui grandezza viene sempre più valorizzata da studi recenti, fu condannato a morte e impiccato nel campo di concentramento di Flossemburg.
Franz,di cultura contadina, cattolico e sposato con tre figlie piccole, nell’Austria occupata, rifiuta di vestire la divisa militare “che lo fa sentire sporco”… per questo viene processato e ghigliottinato.
Etty,nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica, a servizio del Consiglio ebraico - organismo imposto dai nazisti per il controllo della comunità -, svolge il suo compito in un campo di smistamento, Westerbork. Insieme a tutta la famiglia viene assassinata ad Auschwitz. Tra altri scritti lascia un diario: un intenso colloquio con Dio.
 
Tre diari-epistolari scritti nel corso di una prigionia, che nella coscienza di ciascuno generava la sensazione-certezza di una morte sicura ed imminente, danno vita alla lettura drammatizzata messa in scena da un gruppo di giovani attori pavesi diretti da Antonio Amore in collaborazione con Roberto Dionigi.
 
 Informazioni 
Incontro con Anna Maria Casavola
Dove: Aula Volta, Palazzo Centrale dell’Università, corso Strada Nuova, 65 - Pavia
Quando: lunedì 25 gennaio 2010, ore 17.30
 
Spettacolo “Scrivo con le mani legate”
Dove: Auditorium Liceo Copernico, via Verdi 23/25 - Pavia
Quando: mercoledì 27 gennaio 2010, ore 9.00, 11.00 e 21.00
Dove: Salone-teatro dell’Istituto San Giorgio, via Bernardino Da Feltre, 9 - Pavia
Quando: giovedì 28 gennaio 2010, ore 9.00 e 11.00
 

La Redazione

Pavia, 21/01/2010 (8423)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool