Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 24 ottobre 2019 (297) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 8241 del 6 novembre 2009 (1960) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cinema Storie Vite... con Liliana Cavani
Cinema Storie Vite... con Liliana Cavani
Ha diretto attori come Lou Castel e Mickey Rourke, Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale e Burt Lancaster, Dirk Bogarde e Charlotte Rampling, e ancora, tra gli altri, Helena Bonham Carter e John Malkovich… è Liliana Cavani, che lunedì sera sarà al Collegio Nuovo di Pavia.
 
Laureata in Lettere Antiche a Bologna e diplomata al Centro di Cinematografia di Roma, ha iniziato, negli anni ‘60, la carriera di regista in RAI con una serie di documentari sulla storia contemporanea, da Stalin, al Terzo Reich, fino alla donna nella Resistenza; e in RAI, trent’anni dopo l’esordio è pure consigliere di amministrazione, mentre l’attenzione alla storia si riconferma con De Gasperi. L’uomo della speranza (2005). La sua formazione classica la porta a firmare la regia de I Cannibali (1968), ispirato all’Antigone di Sofocle; l’esperienza nei documentari e la proiezione dei Cannibali in un cineforum di Pistoia genera L’Ospite (1971), film sul disagio mentale pre-riforma Basaglia; sul tema dell’handicap tornerà, nel 1993, con Dove siete? Io sono qui.
 
La sua curiosità intellettuale la spinge a proporre film con riferimenti alla letteratura (da La pelle, dall’opera di Curzio Malaparte a Il gioco di Ripley, dal romanzo di Patricia Highsmith e, ancora, Interno berlinese, ispirato a Tanizaki), alla religione (con due opere incentrate sulla figura di Francesco d’Assisi) e al conflitto con la scienza (Galileo).
Né è immune al fascino per la fisica, materia che avrebbe forse scelto per gli studi accademici e che ha affrontato con il suo recentissimo Einstein.
 
Anche “Il libro dei morti” tibetano le fa firmare un’opera “sbriciolata nelle sale d’essai” come Milarepa (1972); un lustro dopo arriva con scalpore Al di là del bene e del male sul ménage à trois che coinvolge Nietzsche, Reé e Lou Salomé.
 
Luchino Visconti ha definito «straziante, crudele e terribile, che ti lascia senza fiato, costruito con rara sapienza ed equilibrio» uno dei suoi film più famosi, Il portiere di notte, indagine sul rapporto vittima e carnefice, in questo caso un ufficiale nazista.
 
Il catalogo è (non solo) questo, come si può sospettare dal fatto che abbia curato pure la regia di opere liriche nei più importanti teatri d’Europa. Lo si scoprirà tutto, o quasi, con la protagonista, Liliana Cavani, nell’incontro Cinema Storie Vite condotto da Nuccio Lodato, Università degli Studi di Pavia, e Francesca Brignoli, co-autrice di Liliana Cavani (Edizioni Falsopiano, 2008)… Una pioniera delle registe italiane che consegna anche una sua riflessione da cui al Collegio Nuovo forse si potrà partire: «Penso che il cambiamento delle culture nel tempo sia dovuto più ai movimenti della complessità femminile che alle guerre degli uomini».
 
 Informazioni 
Dove: Collegio Nuovo, via Abbiategrasso, 404 - Pavia
Quando: lunedì 9 novembre 2009, ore 21.15
 

Comunicato Stampa

Pavia, 06/11/2009 (8241)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool