Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 21 novembre 2019 (288) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 8075 del 16 settembre 2009 (1960) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Immagini di scienza, viaggi e arte
Immagini di scienza, viaggi e arte
Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2009 promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con lo slogan “Italia tesoro d’Europa”, la Biblioteca Universitaria di Pavia organizza una mostra dedicata al naturalista tedesco Alexander von Humboldt.
 
L’occasione è il centocinquantesimo anniversario della sua morte, ma la mostra, curata da Alexander Di Bartolo e Agnese Visconti, ha l’intento non solo di celebrare uno dei più originali scienziati dell’epoca, ma anche di valorizzare il prezioso patrimonio librario di von Humboldt custodito dalla Biblioteca, uno dei più rilevanti presenti in Italia.
 
Esploratore, naturalista, geografo, diplomatico e letterato, Alexander von Humboldt (1769-1859) fu grandissima figura poliedrica, e rappresentò in modo emblematico la figura dello scienziato-viaggiatore.
Durante il viaggio in America compiuto tra il 1799 e il 1804 fu il primo esploratore ad avvicinare in maniera diretta e immediata un ambiente - quello tropicale - interamente sconosciuto, brulicante di forme di vita fino ad allora del tutto ignote.
I luoghi visitati furono gli attuali Venezuela, Colombia, Ecuador, Perù, Cuba, Messico e Stati Uniti, dove si incontrò a Washington con il presidente Thomas Jefferson. Lo scopo, come lo stesso Humboldt scrisse all’amico geologo Johann Carl Freiesleben, non si sarebbe limitato alla raccolta di piante e fossili, e allo studio dell’astronomia - da svolgersi con i migliori strumenti scientifici allora disponibili -, ma avrebbe dovuto consistere soprattutto nel tentativo di cogliere lo schema di interazione reciproca delle forze naturali e scoprire l’influenza dell’ambiente geografico sugli animali e sulle piante.
 
Del 1829 è la sua nuova spedizione in Siberia e Asia. Si trattò di un viaggio di carattere prevalentemente minerario, intrapreso per incarico dello zar Nicola I con l’impegno di contribuire al miglioramento delle attività estrattive della Russia, ma diede anche importanti risultati dal punto di vista scientifico.
 
La mostra, divisa in quattro sezioni dedicate ai Viaggi, ai Testi teorici, agli Atlanti e volumi illustrati e alla Divulgazione e traduzioni delle opere di von Humbold, presenta ragioni di grande interesse sia per gli studiosi e i bibliofili sia per il grande pubblico.

Dai volumi di grande formato tratti dalla monumentale opera Voyage aux régions équinoxiales du Nouveau Continent al testo Asie Centrale, con oltre 1600 pagine arricchite di tavole e carte ripiegate, dal rarissimo Essai sur la géographie des plantes (1807), che contiene la carta litografica di grandi dimensioni del Chimborazo con la distribuzione delle specie vegetali e le ricchissime colonne descrittive, ai Géographie des plantes équinoxiales - uno dei pezzi più pregiati per la difficoltà di reperirla in altre biblioteche italiane, integra e legata in fondo al volume - l’esposizione non solo ben rappresenta gli studi dell’autore, ma anche il pregio delle collezioni della Biblioteca Universitaria di Pavia.
 
 Informazioni 
Dove: Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, c.so Strada Nuova, 65 - Pavia
Quando: dal 21 (inaugurazioneore 17.00) al 29 settembre 2009, lun.-ven.: 8.15-18.45, sab.: 8.15-13.45
 
 
Pavia, 16/09/2009 (8075)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool