Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 21 luglio 2019 (522) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Swing and Jazz
» Note d'acqua
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Festival di Musica Sacra
» Open Day al Vittadini
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 8069 del 15 settembre 2009 (1820) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La prima volta di Ron
La prima volta di Ron
La prima volta di Ron non è quella di cui lui ha raccontato nello spettacolo (quella in cui ha avuto il primo approccio con una casa discografica – la RCA – e ha incontrato il suo mentore Lucio Dalla) ma è riferita allo spettacolo stesso; in effetti, è la prima volta che Ron suona in Piazza della Vittoria a Pavia.
Pur avendole dedicato una canzone (Piazza Grande) si è sempre esibito o al Teatro Fraschini o al Palaravizza.
 
L’emozione che mostrava non era finta, pur alimentata da un certo nervosismo dovuto al percorso errato che gli era stato suggerito per arrivare in auto al Broletto (Lungo Ticino e Strada Nuova ! Figuriamoci! Un delirio).
Pur con un palco e una scenografia ridotti (lo spazio non era abbastanza) lo spettacolo è stato bello (anche se resto dell’idea che le canzoni di Ron si apprezzano più in teatro che non in una piazza) e così il nostro Rosalino ha avuto il suo “bagno di folla”, specie quando è sceso tra il pubblico con il radiomicrofono, stringendo mani e salutando amici, durante l’esecuzione di Piazza Grande.
 
Il gruppo che l’accompagnava era composto da onesti musicisti, con l’eccezione del violinista che ha dimostrato di avere un gusto notevole.
 
La carrellata di successi messi in scaletta spaziava attraverso tutta la sua carriera, compresi anche i brani incisi per beneficenza: l’ultimo Domani, a favore dei terremotati abruzzesi, e Quando sarò capace d’amare, che dava il titolo all’album di duetti prodotto per raccogliere fondi per l’AISLA, l’associazione diretta dal suo amico Melazzini che si occupa di ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica.
 
Il punto più alto del concerto? Quando Ron si è seduto da solo al pianoforte e ha cantato Anima: perfetto e toccante.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 15/09/2009 (8069)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool