Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 21 novembre 2019 (276) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'altro Leonardo
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Napoleone anche a Pavia
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» A Londra con mia figlia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Custodire la memoria. Incontro con Giovanni Paparcuri
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
» Francesco Melzi e i codici di Leonardo
» Essenzialità dell'inessenziale
» Un oceano di silenzio
» Al Borromeo il ricordo del teologo Karl Barth
» La grande bellezza dei libri
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 8038 del 1 settembre 2009 (3007) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Circolano libri nelle strade di Pavia
Circolano libri nelle strade di Pavia
Se un libro non vi è piaciuto, abbandonatelo, se vi è piaciuto, abbandonatelo per farlo leggere a qualcun altro. Se vi è piaciuto così tanto, ricompratelo”. Pennac la pensava così e qualcuno lo ha preso in parola, tanto da inventarsi il bookcrossing, ovverola circolazione e lo scambio di libri che avviene in 130 Paesi del mondo.
 
Noto come BC, giralibri, liberalibri, libri liberi, libri in libertà, il bookcrossing si fonda su un meccanismo semplice: si lascia la copia di un libro già letto in un luogo frequentato, a disposizione di altri lettori e se ne porta via uno lasciato da qualcun altro.
 
Alla nascita del bookcrossing ha fatto seguito la messa on line di un sito internet che raccoglie i dati dei libri liberati. Chi lo desidera, infatti, prima di “abbandonare” un libro, può registrarlo: il sistema assegna ad ogni libro un numero univoco (il BCID), che, tramite un’etichetta o a mano, deve essere riportato sul libro. Basandosi su questo numero chi ritrovasse il libro, potrebbe, registrandone il ritrovamento, seguire il percorso del libro e aggiungere un commento in modo che chi lo ha rilasciato sappia che fine ha fatto il libro.
Dopo averlo letto, il libro potrà essere nuovamente in libertà su una panchina, su un treno, in un bar ecc…
 
Dal 10 al 13 settembre, potrete farlo a Pavia, dove tornerà l’appuntamento con il bookcrossing nell’ambito del “Festival dei Saperi”.
 
Fulcro dell’iniziativa saranno le diverse bacheche disposte in vari punti della città, ma chi avesse qualche libro per il quale non ha più posto in casa o, semplicemente, desiderasse condividere con altri il piacere di quella della lettura, potrà portarlo presso la biblioteca civica, che, anche quest’anno, sarà punto di raccolta dei libri che si “metteranno in gioco”…
 
 Informazioni 
Dove: Biblioteca Civica “Carlo Bonetta”, Piazza Petrarca, 2 – Pavia
Quando: fino al 5 settembre - lun., mar., gio., ven.: 8.00-14.00; mer. e sab.: 8.00-13.00. Dal 7 settembre - lun., mar., gio., ven.: 13.00-19.00; mer. e sab.: 8.00-13.00.
Per informazioni: tel. 0382/21635
 
 
Pavia, 01/09/2009 (8038)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool