Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 settembre 2020 (905) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un Capodanno... A piedi nudi nel parco!
» Giovanni Vernia Show
» Caveman - L’Uomo delle caverne
» Qui e ora
» Giocando con Orlando
» Zingaretti e... La Sirena
» Paniate & Santonastaso al Cagnoni

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 79 del 13 agosto 2002 (3988) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il Cagnoni si presenta!
Il Cagnoni si presenta!

Si presenta assai nutrito e particolarmente interessante il calendario che inaugura la stagione teatrale 2002-2003 del Cagnoni di Vigevano.

A partire dal mese di ottobre fino a maggio, sul palcoscenico, si alterneranno, secondo il flusso ininterrotto e variabile delle emozioni, prosa, musica, operetta, danza e cabaret. L'inizio di una stagione teatrale così ricca e variopinta non poteva che celarsi dietro la maschera dell' " Arlecchino, servitore di due padroni" simbolo di una delle regie più fortunate di Giorgio Strehler e del Piccolo Teatro di Milano, che per l'appunto aprirà il cartellone nei giorni 9-10-11 del mese di ottobre.

Dopo le burle di Arlecchino seguono "" (19-20-21 novembre 2002), lavoro di Neil Simon che nell'edizione italiana viene diretto da Johnny Dorelli e recitato dal figlio Gianluca Guidi e da Maria Laura Baccarini.
Il cartellone del 17 gennaio segna l'appuntamento di una commedia squisitamente musicale di Enrico Vaime e Jaia Fiastri, A quattro mani" diretta da Pietro Garinei. Segue una sapiente "somministrazione" della tipica pochade francese con il successivo "Le pillole d'Ercole" di Charles Maurice Hennequin e Paul Bilhaud con Maurizio Micheli e Benedica Broccoli (11-12-13 febbraio).

Il 21 febbraio 2003 sarà la volta dell'esordio drammaturgico di Arthur Miller, "Erano tutti miei figli", una rappresentazione decisamente più impegnativa diretta da Cesare Lievi e interpretata da Umberto Orsini e Giulia Lazzarini.
Dopo una lunga convalescenza Marco Columbro ritorna a calcare il palcoscenico con "Funny Money" (dal 4 al 6 marzo) brillante commedia firmata da Roger Cooney e diretta da Patrik Rossi Gastaldi. La fortunata scoperta di 735000 sterline, sembra che non sia sufficiente a cambiare la vita di un uomo, soprattutto se a rovinare i suoi piani ci pensa una moglie troppo invadente...

Alla comicità contemporanea di Cooney seguirà un intramontabile classico di Molière, "Il medico per forza" (18-19-20-21 marzo 2003) con Gianrico Tedeschi protagonista nel ruolo di un ubriacone di nome Sganarello, costretto suo malgrado a spacciarsi per dotto uomo di scienza.
Il penultimo appuntamento della stagione sarà con "La palla al piede" (31 marzo - 1-2 aprile 2003) di Georges Feydeau che da impietoso analista ritrae la mediocre borghesia della sua epoca attraverso la figura decadente di un barone interpretato da Luca De Filippo.
E' nell'affascinante monologo di Piero Mazzarella che la stagione di prosa trova il suo compimento, attraverso quella carrellata di personaggi, di voci e ambienti che costituiscono la sceneggiatura di "Vecchia Europa" (8-9-10 maggio 2003) scritta da Delio Tessa.

Altri eventi di rilievo che meritano di essere segnalati sono tre serate particolari (14-15 dicembre e 5-10 febbraio) che costituiscono la rassegna "Altri percorsi". Si partirà con la "Traviata" di Lella Costa e si concluderà con Adriana Asti che reciterà brani di autori lombardi e canterà canzoni da Carlo Porta a Jannacci. La rassegna dedicata ai comici, invece, vede come protagonisti alcuni "primi della classe" della scuola Zelig: si comincia il 24 gennaio con Max Pisu in "Anche alle balene piacciono le carezze", e si prosegue con "Siamo rimasti sotto" (28 marzo 2003) della "mitica" coppia costituita da Capsula e Nucleo. L'ultimo eroe della celebre scuola di comici sarà Fabrizio Fontana che con il suo monologo "Non solo Tont" (9 aprile), concluderà la rassegna all'insegna di gag demenziali e imprevedibili.

Sia la danza che l'operetta prevedono soltanto un appuntamento: la prima ci darà l'occasione di applaudire un grande classico della tradizione romantica, "Giselle" (28 febbraio 2003) di Coralli/Pierrot/Petipa su musica di Adolphe Adam presentato dalla compagnia russa Moisseiev, la seconda propone "Al Cavallino Bianco" (24-25 ottobre 2002) di Benetzky e Stolz, ultimo grande successo dell'operetta viennese prima del suo tramonto.
Molto più nutrito, invece, è il programma della stagione musicale che prevede una successione di concerti eseguiti dall'Orchestra dei Pomeriggi Musicali.

 
 Informazioni 
 

Stefano Ardemagni

Pavia, 13/08/2002 (79)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool