Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 31 ottobre 2020 (321) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze
» Comune che vai, fisco che trovi
» Cyberbullismo: il male sottile
» Cities for Life - Città per la Vita/Città contro la Pena di Morte
» Evviva la Repubblica
» Ecco la carta dei servizi e dei diritti per i Musei di Pavia
» Nasce Radio Local
» Treno Verde 2016
» Pavia ad HappyCube
» Un altro Sanremo alle spalle
» Minerva d'Artista
» Appesi a un filo, ma senza rassegnazione
» I Beatles in edicola
» Madagascar 3: Ricercati in Europa. Ma anche a Pavia...
» Chiusura dei cinema Corallo e Ritz
» InfoMatricole 2012
» Pavia-Innsbruck: un gemellaggio possibile?
» Buio in sala? Prima che i cinema chiudano anche a Pavia
» Una fiaccolata per sensibilizzare sull’autismo
» Oscar 2012!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 7847 del 3 giugno 2009 (1850) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ciao Thunder... e un altro locale chiude i battenti
Ciao Thunder... e un altro locale chiude i battenti
È con vero dispiacere (e non poca preoccupazione per il futuro della musica nella nostra provincia) che scopro che ancora un altro locale, in cui si faceva musica “dal vivo”, chiude e ci lascia orfani di uno dei pochi spazi vitali per i musicisti e per chi la musica la ama ascoltare suonata in diretta.
 
Il Thunder Road di Codevilla, storico locale che da 16 anni rappresentava un palcoscenico indispensabile per artisti arrivati e giovani band esordienti, a metà giugno chiuderà per sempre.
Qui non si tratta di giudicare il livello e la qualità delle proposte offerte (che, comunque, ha avuto vette notevoli) ma, al di là di ogni gusto musicale, è la continuità e la sicura presenza di un polo di attrazione per musicisti e pubblico che viene a mancare.
 
Vorrei inserire alcuni stralci della lettera che Manuel (amico e gestore di questo locale) ha scritto come messaggio d’addio.
 
Carissimi amici, scrivo quello che alcuni di voi già sanno, o “hanno sentito dire”.
Domenica 14 giugno 2009, il Thunder Road di Codevilla chiuderà per non più riaprire.
Non una chiusura per mancanza di pubblico, non per provvedimenti amministrativi o penali, semplicemente la proprietà dei muri ha deciso diversamente per il suo immobile, questa la fredda spiegazione, in realtà ben altre considerazioni meriterebbe il fatto che uno spazio di aggregazione e culturale come il Thunder chiuda, ma queste considerazioni le lascio a ognuno di voi, ognuno col proprio pensiero, con la propria sensibilità, con i propri convincimenti… […] … e badate bene, il Thunder chiude con tanta gente che ancora lo frequenta e che avrebbe continuato a frequentarlo. Diciamolo, si chiude da vincitori…
Ringrazio tutti, veramente tutti. Le migliaia di musicisti e tecnici passati da questo palco, le decine, centinaia di migliaia di persone che hanno affollato questo locale, tutti quelli che ci hanno lavorato, tutti quelli che hanno collaborato esternamente al progetto, agenzie, uffici stampa, giornalisti, fotografi. Quelli che ci hanno criticato e quelli che con il loro affetto e con il loro sostegno ci hanno fatto capire che dovevamo andare avanti… […] … personalmente ne esco davvero arricchito, professionalmente, ma soprattutto umanamente, penso e spero che un briciolo di qualcosa di buono questo progetto l’abbia portato a ognuno di voi.
Un abbraccio a tutti. Fortissimo. Non vi dimenticherò.
Manuel
 
Nel dispiacere per la chiusura, un piccolo punto d’orgoglio nel constatare che l’ultimo “evento” programmato dal Thunder è stato il concerto per la presentazione del mio libro “Rock Around Pavia”, con il contributo delle band vogheresi.
È stata una serata riuscitissima, con un’atmosfera “giusta”, una qualità musicale davvero notevole e un’aria di festa che ha divertito tutti. Sono state rappresentate tutte le generazioni musicali, dagli anni ‘60 ai 2000: da I Nomadi di Franco ai BreackPoint (ancora minorenni). Un mio “grazie” sentito a tutti i musicisti che si sono resi disponibili.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 03/06/2009 (7847)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool