Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 30 ottobre 2020 (182) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Incontro al Caffè Teatro
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 7822 del 25 maggio 2009 (3136) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dalla risaia alla filanda
Dalla risaia alla filanda

 

Domenica sera, a Mede, un incontro dedicato al tema “La risaia, la filanda… Lavori di donna nel secolo scorso”.
A questo proposito, oltre agli interventi di Maria Antonietta Arrigoni, storica e insegnante del Liceo Cairoli di Vigevano, e Calvi Silvia assessore alle pari opportunità al Comune di Mede, si terrà lo concerto dei Cantosociale Dai Campi e dalle Filande alle… Officine. Quando eravamo signorine…”.
 
Uno spettacolo e non solo, quasi una lezione ancora “viva” di storia orale e sociale ricca di sentimento e passione da trasportare attraverso versi popolari e ricordi di una vita. Un omaggio alle donne fatto di canti, musiche, balli popolari ma anche di passioni sociali e lotte per i diritti, quindi recupero delle tradizioni, del dialetto della civiltà contadina e operaia lombarda .
 
Uno spettacolo che è la bella sintesi del percorso di recupero della memoria iniziato da oltre dieci anni dai Cantosociale, che oltre a proporre il repertorio di canti di risaia e di campagna e quello di fabbrica, soprattutto tessile, propone testimonianze dirette sulla vita vissuta all’interno e intorno ai luoghi di lavoro da lavoratori e lavoratrici.
La fatica, le gioie collettive, le rabbie e le lotte per rivendicare diritti e poi i momenti di festa vengono poi rivissuti e spettacolarizzati sulla scorta dei racconti fatte dalle protagoniste e poi rielaborati in modo da riproporre il clima di quegli anni dove spesso, finita la giornata in fabbrica, se ne cominciava una in campagna e i canti servivano sia per alleviare la stanchezza che per “contargliene due” ai padroni di turno.
 
Verranno riproposti oltre ai classici del repertorio di risaia come Sento il fischio del vapore, Le otto ore, Domani è Festa, Bella Ciao delle mondine, Oh mondina dal cuore dolente… altri canti più rari frutto della ricerca del gruppo in territorio pavese-novarese come Curmaja sciur padròn e Prim che nàs un servitur; si tratta di brani storici opportunamente riarrangiati in chiave più attuale senza travisarne l’originario spirito acustico popolare.
 
Non mancano anche brani originali del gruppo ispirati al tema come Dòn cuntra la guèra, sugli scioperi delle operaie tessili che chiedevano la Pace durante la 1^ Guerra Mondiale,  oltre naturalmente ai "classici" della fabbrica come: Povere filandere, Oh mama mia tegnim a cà, Mama mia mi sun stufa. Per finire canzoni sulle lotte femminili degli anni 60/70 con riferimenti anche nel passato. È l’omaggio dovuto ad una generazione che non ha mai smesso credere alla cultura e alla funzione collettiva del lavoro con le donne protagoniste spesso assolute delle conquiste sociali del novecento.
 
 Informazioni 
Dove: Parco Urbano XXI Settembre (in caso di maltempo presso la Sala Berisio di via Don Minzoni) - Mede
Quando: domenica 31 maggio 2009, ore 16.30
 
 
Pavia, 25/05/2009 (7822)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool