Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 15 settembre 2019 (239) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Presentazione inutile
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 774 del 5 febbraio 2003 (7327) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
In visita al Parmigianino
Un'opera del Parmigianino

Gerolamo Francesco Maria Mazzola, nato a Parma l'11 gennaio 1503 in una famiglia di artisti, è il vero nome di uno dei fondatori del Manierismo europeo, noto con il nome di Parmigianino.

Allievo del Correggio a Parma, dopo fervente periodo artistico in città, si trasferì nella capitale, distinguendosi come uno dei più giovani rappresentanti della scuola post-raffaelesca romana. In seguito al famoso "sacco" del 1527, passò prima a Bologna poi, nel 1531, rientrò nella sua città natale, dove gli fu commissionato l'affresco della Chiesa della Steccata. In quegli anni il pittore era molto interessato dall'alchimia, al punto da trascurare il proprio lavoro, fatto che lo portò all'esonero dall'incarico nel 1539. Dall'inadempienza contrattuale scaturì una richiesta d'incarcerazione, per sfuggire alla quale il Parmigianino si rifugiò a Casalmaggiore, dove morì circa un anno dopo a soli 37 anni.

Della vita artistica e delle opere del Parmigianino parlerà Marco Albertario, esperto di storia dell'arte dell'università di Milano, durante la conferenza pubblica organizzata dall'Associazione Amici dei Musei di Pavia per sabato 15 febbraio.

L'incontro sarà una lezione introduttiva alla visita - organizzata per i soci della stessa associazione - alla mostra "Parmigianino e il Manierismo Europeo" allestita nelle sale della Galleria Nazionale di Parma in occasione del V centenario della nascita dell'artista (Parma 1503 - Casalmaggiore 1540).

Particolare di un affresco in Santa Maria della Steccata

Le opere esposte alla mostra sono eccezionalmente state concesse in prestito da alcuni tra i più grandi musei del mondo ed il percorso espositivo è articolato in sette sezioni: dall'"L'opera grafica e pittorica del Parmigianino" a "La scuola di Parma del VXI sec.", dal Manierismo tosco-emiliano a quello nordico e tedesco del XVI sec." Un'occasione unico per approfondire non solo la figura di Parmigianino, ma anche la cultura e l'arte del cinquecento italiano ed europeo.

Gli Amici dei Musei propongono inoltre nel pomeriggio una visita guidata lungo un percorso cittadino legato alla mostra. Si visiteranno infatti il Battistero, il Duomo e la famosa Camera di San Paolo affrescata dal Correggio, nonché la chiesa rinascimentale di Santa Maria della Steccata (costruita tra il 1521 e il 1539), dove il Parmiginino ha decorato il sottarco e il catino absidale del presbiterio con affreschi appena restaurati e, per l'occasione, eccezionalmente visibili dai ponteggi.

 
 Informazioni 
Conferenza
Dove: Refettorio del collegio Castiglioni
Via San Martino - Pavia
Quando: Sabato 15 febbraio 2003, ore 16
Ingresso: libero

Visita guidata
Dove: Parma
Quando: Sabato 22 febbraio 2003
Partenza da Pavia - davanti al Castello - alle 8.15
Partecipazione: 38 € per i soci, 45 € per i non soci
Informazioni e prenotazioni: c/o cartoleria Oltolina
C.so Cavour, 21 - Pavia

Mostra
Dove: Parma - La Galleria nazionale
Quando: dall' 8 febbraio al 15 maggio 2003, nei seguenti orari: tutti i giorni 9.30-19.30, sabato 9.30-22.00

 

Sara Pezzati

Pavia, 05/02/2003 (774)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool