Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 28 luglio 2017 (410) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Cinema sotto le stelle: Wichtig ist... / l'importante è...
» Vivere alla Grande
» Moda mia, anteprima all'Odeon
» Cinema Politeama - Radiodrammi
» Voghera Film Festival 2016
» Vasco tutto in una notte
» Proiezione del docu-film Malala
» Short Film Day
» Rassegna estiva cinematografica
» “In Guerra”
» Cartoni che Avventura 2015
» Sguardi Puri 2015
» Visione dal mondo
» Cinema in Castello
» Pecore, cavalli e altri animali nell'Estiva 2012...
» Ancora Estiva 2012: bando alle timidezze!
» IFFI, Innsbruck vs. Pavia?
» In un mondo migliore? Certo, a Pavia!
» ScontriINcontri
» Ma cosa voglio di più da Pavia?

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Un, due, tre... Shakespeare
» In...tolleranza zero
» Che sarà? Bo!
» Silent Party a Pavia
» Due Divine al Malaspina
» Cinema sotto le stelle: Wichtig ist... / l'importante è...
» Idiots
» Video Slam 2017
» Kairos
» Bianco
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» Vivere alla Grande
» Nonqui
» Robin Hood
» Una giuria di sole donne
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 7732 del 28 aprile 2009 (2541) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Un film 'pavese' chiude Motosolidale
Un film 'pavese' chiude Motosolidale

Mercoledì sera a Pavia si terrà la proiezione, in prima assoluta, del cortometraggio Louloumme di Roberto Figazzolo, girato durante il viaggio celebrazione per i venti anni del Comitato Pavia Asti Senegal dello scorso febbraio in Casamance.

Ai volontari storici dell’associazione tra cui l’antico presidente, don Anselmo Cattaneo, uno dei fondatori, Pierfrancesco Damiani ed il vice-sindaco di Cava Manara, arch. Giancarlo Mazza, si aggregarono al viaggio parecchi medici e personale infermieristico dell’Ospedale San Matteo di Pavia (che lavorarono presso l’Ospedale Regionale di Ziguinchor e nel dispensario rurale di Coubanao), tre studentesse del Liceo di Scienze Sociali Adelaide Cairoli di Pavia e, appunto, il regista film maker Roberto Figazzolo.

«Questa esperienza mi ha permesso di confrontarmi con un altro universo - ha commentato quest'ultimo -, completamente diverso da quello che pensavo di conoscere. Il sentimento di "smarrimento" che ho provato è quello che ho cercato di trasfettere nel film, che, anche per il montaggio molto veloce, quasi subliminale, lascia "stranito" e desideroso di rivederlo anche lo spettatore».
 
La serata cinematografica, che chiude la rassegna Motosolidale organizzata dal Centro Servizi Volontariato della provincia di Pavia nell'ambito del 'Festival dei Diritti 2009', si svolgerà secondo questo programma:
 
 Ore 20.00
Uganda calling di Valentina Monti, Italia 2007, 37’
 
Sei giovani ugandesi ci raccontano la loro storia fatta di povertà e disperazione, ma ne parlano al passato, poiché ora possono riacquisire un’umana quotidianità attraverso l’intervento che un’associazione di volontariato, Italia-Uganda, porta avanti nel loro Paese. La voce stessa dei giovani diventa il commento alla quotidianità risanata. Un documentario didattico che racconta l’importanza della cooperazione internazionale evitando i triti stereotipi del genere.
 Ore 20.40
Louloumme di Roberto Figazzolo, Italia 2009, 12’

Roberto Figazzolo, critico cinematografico e film maker, si avventura per la prima volta in terra africana munito solamente di una videocamera, un cavalletto e tante pillole anti malaria. Ci sono, a fargli da guida, i volontari di Pavia-Asti-Senegal. Come su di un taccuino raccoglie impressioni, tinte, risonanze, volti di un luogo “diverso”.
Quello che proponiamo è una piccola scelta di materiale presentata nella sua forma grezza, proprio come un block-notes di viaggio, per riflettere sui diversi atteggiamenti filmici.
 Ore 21.00
Afriques: comment ça va avec la douleur? di Raymond Depardon, Francia 1996, 165’
 
Depardon, uno degli sguardi più originali del documentarismo recente, decide di attraversare in solitaria il continente africano. Ha con sé una video camera e un microfono. Un lungo viaggio in soggettiva di tre anni in 15 diverse nazioni. Un film anomalo, che cresce nella dialettica tra il film maker che cerca il senso del filmare e un soggetto, l’Africa, multiforme e misterioso, che sfugge all’interpretazione.
 
 Informazioni 
Dove: al cinema-teatro Politeama di Corso Cavour - Pavia
Quando: mercoledì 29 aprile 2009, dalle 20.00
Ingresso: gratuito
Per informazioni: CSV Pavia, tel. 0382/526328

 

La Redazione

Pavia, 28/04/2009 (7732)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti