Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 20 ottobre 2020 (966) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Carnevale al Museo della Storia
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 7589 del 18 marzo 2009 (2058) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La Sirena
La Sirena
La Stagione di Prosa del Fraschini ospita La Sirena lettura scenica tratta da Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa pubblicato postumo nel volume Racconti (1961) che narra una vicenda d’amore vissuta tra realtà e immaginazione, ambientata a Torino nel 1938, con protagonisti un giovane grecista e una sirena.
 
In scena, Luca Zingaretti, che oltre ad esserne l’interprete è anche curatore della drammaturgia. Il narratore è duplice: dapprima il giovane Corbera, poi, nella memoria della Sirena, l’anziano intellettuale.
 
La scena, spoglia e raccolta, si riempie dei colori e dei sapori di parole concatenate le une alle altre scelte, con raffinatezza, toni confidenziali, a tratti misteriosi e suggestivi, tra un italiano forbito e un dialetto appena accennato.
Le descrizioni sono scrupolose e restituiscono allo spettatore le atmosfere, i luoghi e i personaggi.
Le musiche di Germano Mazzocchetti sono eseguite dal vivo da Fabio Ceccarelli. Queste sonorità, insieme alle parole, alimentano uno struggimento sentimentale reso assai efficace dalla seduzione recitativa sprigionata dai gesti e dalla voce dell’attore che narra una storia intensa, in parte fantastica, in parte realistica e mitologica.
 
Luca Zingaretti, dopo una formazione teatrale accademica a Roma, debutta nei primi anni ottanta in teatro con Luca Ronconi. In palcoscenico lavora con Franco Branciaroli, Peter Stein, Nanni Loy. Interpreta un successo del drammaturgo pavese Edoardo Erba, Maratona di New York. Esordisce in cinema con un film d’autore, Gli occhiali d’oro di Giuliano Montaldo. Ma è con Il branco di Marco Risi (1994) che si rivela al grande pubblico e con Vite strozzate di Ricky Tognazzi (1996).
In televisione esordisce nel 1990 in Il giudice istruttore di Florestano Vancini e Gianluigi Calderone, ma il successo plateale arriva con Il commissario Montalbano.
 
 Informazioni 
Quando: venerdì 20 marzo 2009, alle ore 21.00
Repliche sabato 21 marzo, ore 21.00; domenica 22 marzo, ore 16.00
Dove: Teatro Fraschini, Pavia
 
 
Pavia, 18/03/2009 (7589)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool