Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 16 febbraio 2020 (401) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Gli Speakers in concerto
» "...azzarola caro G." ovvero: come ti salvo il cinema a Pavia
» FavolaFolle Show
» Che occhio, ragazzi!
» ... e la mpd?
» 'A che cosa serve la critica?'
» ''E la pubblicità occulta?''

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
» Radiostrambodramma
» Un letto da favola
» Incontro con il Cinema d'Autore
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 7480 del 13 febbraio 2009 (2238) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Le Cicale… a Mede!
Le Cicale… a Mede!
Un gradito ritorno è quello che il gruppo vogherese Le Cicale farà sul palcoscenico del Festival Provinciale di Teatro Dialettale, dopo una pausa di un anno.
 
Rina Ravera e Silvana Moretti, insieme con Valentino Pesati, scatenano la loro verve comica con Parigi e pö pü, commedia scritta e diretta dalla Ravera. Lo spettacolo racconta delle due amiche Ortensia e Teresina, che da sempre accarezzano un sogno: visitare Parigi con i loro mariti. Una sorpresa però le attende: la visita di un losco personaggio che porterà loro una notizia sconvolgente…
 
Il Gruppo “Le Cicale nasce undici anni fa grazie all’entusiasmo di due amiche: Rina Ravera e Silvana Moretti, che da tempo accarezzavano l’idea di fare teatro. Da alcuni anni si avvalgono di una presenza maschile, dando vita ad un trio di grande popolarità.
 
Per “Le Cicale” fare teatro non significa semplicemente recitare, bensì creare tutto quello che concorre alla realizzazione dello spettacolo, dai testi alle scene. Le “signore vogheresi del dialetto” hanno all’attivo numerose commedie, che sono state presentate al pubblico sui palcoscenici di tutto l’Oltrepò e non solo.
 
Le compagnie che partecipano al festival sono caratterizzate dall’eterogeneità dei loro componenti: uomini e donne di tutte le età. E molti sono i giovani attoriCredo che i giovani si avvicinino al dialetto prima di tutto perché sentono che è questa la lingua in cui si esprime una storia – dichiara Marco Facchinotti, Assessore ai Beni e alle Attività Culturali della Provincia – ed è importante per noi, è anzi uno degli obiettivi che mi son dato nell’organizzare questa manifestazione, che si creino cioè questi legami intergenerazionali e che la cultura popolare, che ha nel dialetto la sua massima espressione, sia trasmessa di generazione in generazione.
 
 Informazioni 
Quando: venerdì 20 febbraio, ore 21.00
Dove: Teatro Besostri, Mede
Ingresso: gratuito
 

Comunicato Stampa
Ufficio stampa Provincia di Pavia

Pavia, 13/02/2009 (7480)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool