Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 5 dicembre 2019 (450) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» PaviaPhone: le uscite di gennaio
» Carsharing per studenti
» Un esploratore pavese in Africa
» Showcase a Milano per gli Ultima
» Il ritorno dell’Uomo Ragno
» “Wanna Be Startin’ Somethin’ - Michael Jackson Revisited”
» Governance, Controllo e Revisione
» I dischi di Natale 2010
» Ecco la nuova residenza universitaria biomedica
» Università Digitale
» New Generation
» Studiare di sera
» Radio Campus: in onda!
» Siglate nuove convenzioni con imprese mantovane
» Da venerdì c'è acquasumARTE
» Nuove uscite musicali
» Nuova mensa al Cravino
» Apre Spazio Matricole 2007
» In arrivo il generatore a vento
» Una storia da scrivere

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La notte dei cantastorie
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Custodire la memoria. Incontro con Giovanni Paparcuri
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
» Francesco Melzi e i codici di Leonardo
» Essenzialità dell'inessenziale
» Al Borromeo il ricordo del teologo Karl Barth
» La grande bellezza dei libri
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 7289 del 1 dicembre 2008 (2518) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Apre il Museo del Po
Apre il Museo del Po
L’amministrazione comunale di Mezzanino anticipa le festività natalizie, regalando alla cittadinanza una realizzazione pressoché unica nel suo genere: il Museo del Po.
L’inaugurazione ufficiale di questa nuova realtà, davvero importante per il piccolo centro oltrepadano, ma anche per l’intera provincia di Pavia, è prevista per il prossimo sabato mattina, quando, al termine della cerimonia di inaugurazione, sarà possibile visitare la nuova struttura.
 
Il Museo del Po, “ciliegina sulla torta” del primo mandato del sindaco Sergio Ricotti, è una struttura imponente e, al contempo, elegante, che nasce con l’obiettivo di valorizzare uno degli aspetti simbolici del territorio provinciale: quello fluviale, con il Po e le sue acque, profondamente legate ai ritmi di vita e di lavoro delle popolazioni rivierasche. Il territorio di Mezzanino, che sorge proprio lungo le sponde del Po, ne è pieno esempio: da qui l’idea di dare vita ad un Museo dedicato al Grande Fiume, che possa raccogliere e conservare nel tempo testimonianze concrete di questo rapporto così importante.
 
Il Museo del Po troverà spazio all’interno di un edificio storico del paese, sottoposto, dall’autunno dello scorso anno, ad un’opera di totale riqualificazione e ristrutturazione, sia per quanto riguarda l’esterno, sia all’interno: un antica costruzione che, tra la fine dell’‘800 e gli inizi del ‘900, rappresentava il fulcro della vita comunitaria in paese, e che oggi, grazie ad un progetto cofinanziato dall’Unione Europea e dalla Regione Lombardia per la “Valorizzazione e fruibilità sostenibili delle aree protette” nell’ambito del Programma Obiettivo 2 (2000-2006 – Regione Lombardia), potrà tornare a costituire un vero e proprio punto di riferimento per la cittadinanza.
 
Da ricerche d’archivio e dalla memoria dei nostri anziani si può dedurre che l’immobile sia stato costruito nella prima metà del XIX secolo – spiega il primo cittadino – destinando la parte alta centrale a teatro (operante dal 17 Gennaio 1874) e la parte bassa a caffè-ristorante, con l’insegna “Caffè Ristorante d’Italia” (dal Febbraio 1902); ma fu utilizzato anche come sala da ballo tra le due Guerre, come magazzino per l’ammasso del grano durante il secondo conflitto mondiale, nonché come cinema e magazzino agricolo nel Dopoguerra”.
 
All’interno dei suoi 500 metri quadrati di superficie, oltre al Museo del Po, che verrà ricavato al piano superiore, insieme ad una sala riservata a meeting, convegni e cerimonie e ad un’esposizione permanente di quadri (realizzati da 23 artisti del Centro Artistico e Culturale “Contardo Barbieri” di Broni), troveranno spazio le principali associazioni operanti in paese (Auser e Biblioteca) e l’ambulatorio medico, cui verrà riservato il piano inferiore.
Insomma, una struttura polifunzionale, che opererà proprio in centro a Mezzanino, non lontano dalla piazza principale e dagli Uffici Comunali.
Ovviamente, a farla da padrone, è però il Museo del Po, il cui sviluppo e continuità dipendono da tutti, in primis dai cittadini, che potranno contribuire, attraverso testimonianze o materiale di qualsiasi genere legato al fiume, a rendere ancora più ricca e, soprattutto, vera, una “fotografia di vita” che rischierebbe di andare perduta.
 
Ad allietare la mattinata dell’inaugurazione saranno: un rinfresco, un concerto affidato al Corpo Musicale “S. Cecilia” di Magnano e Binate (MI), unitamente all’esibizione canora degli alunni della scuola primaria, nonché l’inaugurazione della mostra permanente di dipinti.
 
 Informazioni 
Dove: ritrovo in piazza Grignani - Mezzanino
Quando: sabato 6 dicembre 2008, a partire dalle 10.30

 
 
Pavia, 01/12/2008 (7289)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool