Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 4 aprile 2020 (999) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 10 per Pavia a Catania!
» Il Demetrio su Amadeus
» La Sella Plicatilis a Magdeburgo
» Adotta un'orchidea!
» Beatles Next Generation: bufala o realtà?
» Oh, questa è bella! (appendice sanremese)
» George Harrison - Living in the material world
» I ragazzi della Via Stendhal
» Una tela del Procaccini a Lungavilla
» Donald & Jen MacNeill e i Lowlands
» La musica in Portogallo
» Cucina ebraica in Lomellina
» Mistero a Pavia
» Musica e auto
» La colomba… Ha fatto l’uovo!
» Musica ceca
» Una giornata a Camillomagus
» Piva piva l'oli d'oliva
» Sodalizio gastronomico...
» CicloPoEtica 2010

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Zuppa alla Pavese 2.0
» Autunno Pavese: tante novità
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Sagra della ciliegia
» Pop al top - terza tappa
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 695 del 30 gennaio 2002 (3277) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dolcezze di Carnevale!
Dolcezze di Carnevale!

Festa antichissima dal significato "togliere la carne con l'inizio della Quaresima", il Carnevale da sempre è sinonimo di allegria, scherzi, e di gioiose mascherate.
Famoso quello di Viareggio, con i suoi carri e maschere in cartapesta, di Venezia, dagli antichi fasti medioevali, e, per restare nella nostra provincia il Carnevale del Burgundo di Sannazzaro - con una maschera tutta sua, inventata per l'occasione burlona - ed il Carnua' D'La Val Vers di Santa Maria della Versa.

"A Carnevale ogni scherzo vale, ma non tutti i dolci fanno Carnevale!"
Sì perché questo è anche il periodo dei dolci, ma non dei soliti... solo se molto grassi, molto zuccherosi, molto unti e da gustare in gran quantità : possono essere definiti dolci di Carnevale!

Degne rappresentanti di tanta cupidigia, le famosissime chiacchiere (o frappe, cenci e bugie), parenti alla lontana delle frictilia - dolci tipici fritti nel grasso di maiale- che gli antichi Romani gradivano proprio in questo periodo di festa.

Ma anche le "graffe" - ovvero il krapfen dal nome della pasticcera austriaca che lo inventò Veronica Krapf - tipica frittella rotonda e rigonfia ripiena di marmellata, le "stelle filanti", i "tortelli" gli "struffoli" o i "panzarotti" fanno parte della lunga lista di dolcezze che solo nella settimana di Carnevale ingordamente e con pochi sensi di colpa, mangiamo!

 
 Informazioni 
 

Delia Giribaldi

Pavia, 30/01/2002 (695)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool