Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 16 dicembre 2019 (221) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Tracce
» IT.A.CÀ
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 6869 del 9 luglio 2008 (3018) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Grande festa a Vellezzo Bellini
Grande festa a Vellezzo Bellini
La Sagra della Madonna del Carmine, organizzata dalla Parrocchia, è il momento più atteso dalla comunità di Vellezzo Bellini e non solo.
 
A caratterizzarla sono la sfilata in costumi storici, le serate musicali con cena in piazza e, soprattutto, il Palio delle Contrade, che è giunto quest’anno alla sua 19^ edizione.
A partire dal 1998, il Palio viene aperto con la sfilata in costumi storici. Precedentemente i costumi erano stati confezionati dalle donne delle diverse contrade e venivano premiati i costumi più belli. Poi si è deciso di fare un’unica sfilata che, attraversando le vie del paese, arriva in Piazza della Chiesa dove viene ufficialmente aperto il Palio.
 
La collezione di costumi e la coreografia è stata anno dopo anno sempre più curata, tanto da acquisire una notorietà che è andata molto al di fuori del paese. Il gruppo locale è stato, infatti, invitato a partecipare a diverse manifestazioni, tra cui l’inaugurazione dell’illuminazione del Castello Sforzesco di Milano.
Ogni contrada ha a disposizione lo stesso numero di vestiti ben suddiviso tra coppie, dame, contadini, … ed indossare i costumi è sempre più un onore per i paesani, che devono partecipare a prove di portamento per poter partecipare alla sfilata.
 
Il Palio viene ogni anno conteso dalle quattro contrade del paese: Azzurri, Gialli, Rossi e Verdi.
Il Palio viene assegnato alla contrada che ottiene il massimo punteggio nei giochi che si svolgono in due serate e vedono la partecipazione calorosa e combattiva di buona parte del paese.
Alla contrada vincitrice viene assegnato l’ormai tradizionale Palio delle Contrade, consistente in un quadro del signor Bordoni, artista locale, che verrà esposto fino alla edizione successiva nelle vetrine dei negozi attinenti al rione vincitore.
 
Tra i giochi quelli che riscuotono maggiore successo si ricordano il “Percorsosconnesso”, gara riservata ai bambini che devono affrontare, tra palleggi e saltelli fra copertoni, una sorta di allenamento calcistico, lo “Scambio dei vestiti”, destinato a una coppia di adulti per ogni squadra che, nel minor tempo possibile, vedrà gli uomini indossare le mise femminili e le donne gli abiti maschili, e la “Bomba volante”, che vede impegnati un lanciatore di palloncini pieni d’acqua e un “ricevitore” che, armato di casco puntuto, deve farli scoppiare.
Ogni anno vengono cambiati 2 giochi e la grande sorpresa di questa edizione è “Ména al carét” di cui gli organizzatori non vogliono dare anticipazioni!

Riteniamo che il Palio abbia assunto un ruolo sociale di notevole importanza – commentano però dalla regia – per la sua capacità di integrare vecchio e nuovo, infatti, se da un lato si mantengono le tradizioni del paese, dall’altro ci sono grande apertura e coinvolgimento verso le famiglie che solo negli ultimi anni si sono trasferite nel nostro Comune; ma anche diverse generazioni poiché ai giochi partecipano bambini, ragazzi, adulti e anche qualche anziano”.
 
A partire dal 2006 è stata inaugurata anche la Serata Universitaria stimolata dalla sempre crescente presenza di studenti universitari.
Il programma musicale è molto vario, ma visto il grande successo ottenuto lo scorso anno dal concerto-tributo a Fabrizio De Andrè, quest’anno è stato deciso di proporre un tributo a Lucio Battisti.
 
Tutte le iniziative sono condotte da volontari che hanno, tra l’altro, anche l’obiettivo di raccogliere fondi per il finanziamento della “Sala della Comunità”: una nuova struttura di cui la Parrocchia si sta dotando per far fronte alle sempre crescenti necessità dell’oratorio e della comunità in generale che, in questi anni, ha visto un notevole incremento demografico.
 
 Informazioni 
Dove: Vellezzo Bellini
Quando: dal 12 al 20 luglio 2008
Per informazioni: sul sito della Parrocchia è disponibile il programma completo della manifestazione

 
 
Pavia, 09/07/2008 (6869)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool