Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 8 dicembre 2019 (390) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Canti e storie nel bosco incantato
» La notte dei cantastorie
» Oltre lo sguardo
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Custodire la memoria. Incontro con Giovanni Paparcuri
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
» Francesco Melzi e i codici di Leonardo
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 6865 del 8 luglio 2008 (3366) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
L'Arte e il Sociale
Solitudine, acrilico su legno di Saro Ticli
Come l’arte sposa il Sociale è il titolo della mostra che due artisti locali, Rosario Ticli e Paolo Ranieri, organizzano come omaggio al compianto amico Luigi Malinverni, ex presidente dell’Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili (ANMIC) che, insieme al Comune di Pavia, patrocinerà l’evento.
 
L’esposizione, allestita nella chiesa sconsacrata di Santa Maria Gualtieri, sarà inaugurata nel tardo pomeriggio di giovedì con una conferenza di presentazione che dal tema del sociale passerà alla trattazione artistica delle opere a cura di Roberta Mezzadra, storico e critico dell’arte.
 
Oltre 70 i quadri d’arte moderna (45/50 firmati da Ticli, 27 quelli di Ranieri) che il pubblico potrà ammirare nella sede pavese fino al 20 luglio.
 
Rosario Ticli, in arte Saro, nasce a Niscemi (CL) nel 1949, ma cresce artisticamente in provincia di Pavia. Pittore figurativo moderno, da svariati anni presente nel panorama artistico italiano ed internazionale, è stato tra i fondatori dell'Associazione Culturale "L'Arlecchino" e del Gruppo Artistico Culturale di San Martino Siccomario, luogo dove l'artista attualmente risiede e dove negli anni 1988/'89 ha insegnato pittura. Nel 2003, ha eseguito tre vetrate per la locale chiesa parrocchiale.
L'artista ha tenuto svariate mostre personali sia in Italia sia all'estero, come a Parigi e Monaco di Baviera, nella famosa Sala Esposizioni dell'Oktoberfest.
II Maestro Ticli, conosciuto nel campo artistico-culturale a livello nazionale ed internazionale, lo scorso ottobre alla Quadriennale d'arte di Montecarlo, è stato premiato con il Nobel dell'arte 2005.
Sulla sua pittura hanno disquisito Vincenzo Castelli, Antonio De Bono, Vincenzo Musco, Mario Monteverdi, Salvatore Fiume e Renato Guttuso.
 
Un'opera di Paolo RanieriPaolo Ranieri vive e lavora a Mortara. Il lungo e severo impegno di ricerca, ha fatto sì che fosse sempre segnalato nei primi posti, in passati e recenti concorsi a livello nazionale ed internazionale.
Sulla sua pittura hanno scritto e parlato Mario Monteverdi e Salvatore Fiume, e testate come Il Giorno, Arte più Arte, Il Quadrato e Il Corriere di Milano.
Le sue opere fanno parte di collezioni private in Italia, nel Nord-America e anche in Brasile.
Ha esposto in diversi paesi europei ottenendo meritati successi di critica e pubblico.
La sua pittura è un insieme di immagini e soggetti rappresentati con capace senso di espressività.
La sua impronta e mutevole come il tempo, sempre alla ricerca di nuovi messaggi. La grande ricerca del simbolo determina l'equilibrio e la profonda spiritualità dell'insieme.
 
 Informazioni 
Dove: Santa Maria Gualtieri, P.zza della Vittoria - Pavia
Quando: dal 10 (inaugurazione alle 18.00) al 20 luglio 2008, dal lun. al ven: 17.00-23.00, sab. e dom.: 10.00-12.00 / 17.00-23.00

 

La Redazione

Pavia, 08/07/2008 (6865)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool