Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 12 dicembre 2019 (561) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Tracce
» IT.A.CÀ
» Una chiesa-museo tra Rinascimento e Barocco
» Mercatino del Ri-Uso – Nuova Vita alle Cose
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 6594 del 22 aprile 2008 (1611) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Vivi il castello
Una veduta del castello
Giunta alla sua seconda edizione, la manifestazione, promossa dall’associazione Oltre il Borgo punta i riflettori sul castello di Stefanago, nell’omonima località del Comune di Borgo Priolo.
 
 “Vivi il castello”: un invito chiaro a fruire dell’apertura dell’antico maniero dà il nome all’iniziativa promozionale di questo bene storico-architettonico e di tutto il suo territorio.
 
Il castello di Stefanago, eretto a partire dal XI secolo alla confluenza delle valli Coppa e Schizzola, domina la zona collinare del territorio dell’Oltrepò Pavese e la parte occidentale della pianura padana.
 
La struttura dell'edificio è in mattoni su basamento in pietra e, come racconta Defendente Sacchi (storico e scrittore Pavese) nel romanzo La pianta dei sospiri, “...per la mole e quantità delle pietre (che pare impossibile siano state dalle mani degli uomini portate lassù) si favoleggia che quel castello si ergesse in tre notti per opera d'incanto…”.
 
L’edificio principale, a forma di L, è sovrastato da un’alta e poderosa torre, che presenta caratteristiche più arcaiche di quelle del resto della fortificazione: ha portale d'ingresso e finestre con arco a tutto sesto, ed è dotata di feritoie. Essa costituisce la caratteristica architettonica dominante del complesso e dalla sua sommità il panorama spazia a 360°, includendo i castelli di Montalto Pavese, il borgo di Fortunago, Torre degli Alberi, Zavattarello, l’antica pieve di Torre del Monte, Santa Cristina, la catena degli Appennini con le cime Penice e Brallo e, nelle giornate particolarmente serene, si può perfino raggiungere con lo sguardo la città di Milano.
 
Nei secoli successivi il castello è stato oggetto di restauri conservativi e ampliamenti sino alla situazione attuale. Sin dal 1840 il castello è di proprietà della famiglia Baruffaldi che ha provveduto alla sua conservazione per tramandare la storia e le tradizioni di queste valli. Oggi abitazione privata, il castello viene aperto per ospitare manifestazioni come quella in programma per questo venerdì di festa.
 
In tali occasioni, la chiesetta, edificata attorno al 1470 di fronte all’ingresso e collegata al castello, unitamente alle cantine, alle prigioni e al bellissimo giardino all’italiana sono oggetto di visite guidate.
 
Ad esse, “per vivere il castello”, si accompagneranno i cori e le musiche medievali del gruppo Antica Cantoria di Bingen e una rievocazione storica, in costume d'epoca, degli scontri tra i Signori di Stefanago e quelli di Nebbiolo. A rendere ancor più suggestiva la “messa in scena” verrà presentata, per la prima volta al pubblico, un’antica macchina da guerra dell’epoca (catapulta / bombarda) recentemente riprodotta.
 
Per tutta la giornata sarà inoltre allestito nel cortile del maniero un mercatino di prodotti tipici, artigianato e hobbistica del territorio, mentre nelle vecchie cantine verranno ricreate le ambientazioni di antichi mestieri (come la stessa cantina, la filanda, ecc…).
 
 Informazioni 
Dove: Stefanago, frazione di Borgo Priolo
Quando: venerdì 25 aprile 2008, dalle 10.00 alle 19.00
Partecipazione: libera
Per informazioni: tel. 338/6074118
 

Sara Pezzati

Pavia, 22/04/2008 (6594)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool