Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 ottobre 2019 (273) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società
» Visite al Museo della Bonifica

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 6523 del 1 aprile 2008 (1929) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La cerimonia del tè a Pavia
La cerimonia del tè a Pavia
Il Dipartimento di Studi Politici e Sociali dell’Università di Pavia, in collaborazione con il Comune di Pavia e il Sistema Bibliotecario Intercomunale del pavese (SBI pavese), organizzano, per lunedì mattina, il convegno “La cerimonia del tè a Pavia”.
 
La giornata, che verrà aperta dal saluto delle autorità, sarà introdotta da Kazuo Inumaru (Università di Pavia), con l’intervento “Il tè come evento sociale e culturale in Giappone”.
 
Seguiranno Silvio Calzolari (Università di Firenze) con “Il Buddismo ed il tè in Giappone” e Chiara Pelizza (Università di Pavia) che parlerà de “Il Libro del tè di João Rodrigues”.
Concluderà la mattinata Kuniko Tanaka (Università di Pavia) con “La cerimonia del tè nello spazio in-finito”.
 
Nel pomeriggio i lavori riprenderanno – in diversa sede – con la spiegazione in italiano della maestra Monique Arnaud su “La Cerimonia del tè”.
A conclusione della giornata (ore 16.00) verrà proiettato il film La morte di un maestro del tè di Kei Kumai.
 
La storia del tè, in Giappone, ha quasi 1000 anni. Inizia con il monaco buddista Eisai (1141-1215), che dopo un periodo trascorso in Cina studiando lo zen, tornò in Giappone portando con sé le piantine del tè che cominciò a coltivare nel giardino del monastero, convinto delle sue proprietà officinali.
 
La cerimonia del tè, dunque, è nata sotto l’influenza del buddismo zen, in un momento successivo si diffuse come forma di intrattenimento e si trasformò presto in un culto del tè.
La diffusione del tè è universale, ma in nessun altro luogo al mondo questa bevanda ha fornito un apporto così sostanziale alla cultura come in Giappone, dove l’atto di preparare e bere il tè – la cerimonia del tè, appunto, o cha no yu – ha acquisito un alto significato estetico, artistico e filosofico.
Le varie scuole differiscono le une dalle altre per i dettagli e le regole, ma mantengono intatta l’essenza della cerimonia che il grande maestro Sen no Soeki,detto Rukyu, aveva istituito.
 
Quest’essenza è arrivata fino a noi incontestata e il rispetto per il fondatore è uno degli elementi che tutte le scuole hanno in comune.
Egli ha raccolto i principi fondamentali (o virtù) della cerimonia del tè in quattro semplici parole: wa, armonia tra le persone e con la natura, armonia degli utensili e la maniera in cui essi vengono usati; kei, rispetto verso le cose e sincera gratitudine per la loro esistenza; sei, purezza interiore, ma anche nitore e pulizia delle cose che ci circondano; jaku, tranquillità e pace della mente, conseguente realizzazione dei primi tre principi.
 
 Informazioni 
Dove e quando:
lunedì 7 aprile 2008
Ore 10.00 c/o Aula Grande della Facoltà di Scienze Politiche, palazzo centrale dell’università, c.so Strada Nuova - Pavia
Ore 14.00 c/o il Broletto, piazza della Vittoria – Pavia
(Ingresso a numero chiuso con possibilità di prenotazione durante la mattinata)
 
Per informazioni:
Kazuo Inumaru: 335/34 37 44 - Kuniko Tanaka: 338/277 17 69
 

Comunicato Stampa

Pavia, 01/04/2008 (6523)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool