Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 12 novembre 2019 (367) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Napoleone anche a Pavia
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» A Londra con mia figlia
» Il naso della Sfinge

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Un patrimonio ritrovato
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
» Francesco Melzi e i codici di Leonardo
» Essenzialità dell'inessenziale
» La grande bellezza dei libri
» Al Borromeo il ricordo del teologo Karl Barth
» Un oceano di silenzio
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
» Piazza Fontana prima e dopo
» Domenica di carta
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» Cristoforo Colombo a fumetti
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 6363 del 15 febbraio 2008 (1749) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Mille Volti di Pavia e Provincia
La copertina del libro
Semplice nei contenuti ma ricco per il significato, questo libro dal titolo accattivante Mille Volti di Pavia e Provincia è il primo volume della nuova “Collana di storia e storie pavesi” ideata da Dino Secondo Barili e promossa dall’Assessorato ai Beni e Attività culturali della Provincia di Pavia.
 
Quelle qui raccolte – ha commentato l’assessore Marco Facchinotti in sede di presentazione –sono storie che hanno un compito indispensabile nella società attuale: quello di evitare che le persone si sentano e si identifichino soltanto come un numero. Un "numero"sulla carta di identità, sul passaporto, sulla carta di credito o sulla tessera dell'ASL; un "numero" come appartenenza ad una categoria sociale, operai, impiegati, dirigenti, professionisti, ecc. Ogni persona, invece, è soprattutto, e prima di tutto, una "storia”, vera, unica, autentica, reale. E se quella "storia" trasmette un messaggio positivo, allora, è la benvenuta perché vuol dire che la società è viva e proiettata verso un futuro migliore”.
 
La raccolta di testimonianze – 36 quelle pubblicate finora, ma circa 200 quelle consegnate - è avvenuta in un primo momento all’interno della cerchia di amicizie, per poi allargarsi macchia d’olio, anche grazie all’iniziativa portata avanti dall’ACLI Club Pavia “I giovedì della storia locale”, dove gli stessi curatori del volume - Dino Secondo Barili e Teresa Ramaioli, che ne è anche l’illustratrice – coordinano un incontro, ogni volta di argomento diverso, in cui poter ascoltare le storie di generazioni diverse.
 
C’è un’aria di pessimismo in giro, ma diversamente dal celebre sociologo Bauman che definisce liquida la nostra società, io penso che sia la stessa società di diversi anni fa, è cambiata ma è sempre legata al tempo in cui vive, oggi come allora con il problema del lavoro, della casa…
 
Il vero bene culturale – ha asserito Barili sorridendo all’assessore – è la persona con quello che si porta dentro e quello che ha ereditato. Perché non è vero che non esistono più i valori, si trasmettono nel dna.
Le persone oggi hanno bisogno di capire cosa sta avvenendo e dove sta andando questa società. Per farlo, per capire, non devono fare altro che sfogliare il libro delle loro vita. Raccontarla a loro stessi e a tutti coloro che desiderano ascoltarla. In essa ci sono tutte risposte: basta cercarle!
 
Abbiamo fatto l'esame dei testi che il lettore potrà leggere e siamo giunti ad una conclusione: non c'è nulla di più bello e reale, della vita vissuta...
 
E queste parole condensano il significato, il “perché” di questo libro, che è parte di un progetto che ha coinvolto quattro generazioni (dai pronipoti al bisnonno 101enne della stessa famiglia) e che racchiude un patrimonio da trasmettere alle giovani generazioni.
 
Tra le pagine c’è chi racconta con gioia la conquista dalla prima bicicletta o della prima auto, un grande amore per la sua FIAT 850 special, il primo, quello che non si scorda mai, nato nel ’69 e durato 26 anni, e chi ricorda con tristezza il distacco dalla sua gallina nera, domestica più del gatto, che non poté seguire la famiglia quando decise di abbandonare l’Istria. Ci sono scorci della realtà contadina: racconti di quando “alle cinque della sera” gli uomini tornavano dal lavoro e le donne facevano rocul e si confidavano le novità della giornata, e ricordi di una mondina che si alzava alle quattro di mattina e stava china nell’acqua fino alle due del pomeriggio. C’è chi ha raccontato se stesso, chi la macchietta del paese, chi il paese stesso… Tutti quello che avevano voglia di condividere.
 
 Informazioni 
Mille Volti di Pavia e Provincia
a cura di Dino Secondo Barili e Teresa Ramaioli
Collana di storia e storie pavesi - 1
Guardamagna Editorii in Varzi, 2007

 

Sara Pezzati

Pavia, 15/02/2008 (6363)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool