Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 settembre 2019 (395) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il gioco di Santa Oca
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Il romanzo di Baslot
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Prima che le foglie cadano
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 6353 del 14 febbraio 2008 (4403) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Fascino e seduzione del tacco a spillo
La locandina della mostra
Un appuntamento a tutto glamour a Vigevano per la mostra Il tacco a spillo. Fascino e seduzione”, ideata e organizzata dal Museo Internazionale della Calzatura “P. Bertolini” per quello che, da sempre, è il simbolo indiscusso della seduzione al femminile.
 
La mostra, promossa da A.N.C.I. Servizi e patrocinata dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, illustra, con immagini fotografiche ed esposizione di calzature, la storia e la tecnica per realizzare il tacco più celebrato della calzatura femminile.
 
Il percorso dell’esposizione, aperta da domenica, si sviluppa in due differenti sale, introdotte da una prima sezione in cui si analizza il tacco a spillo da un punto di vista tecnico: le sue metodologie costruttive - con particolare attenzione ai macchinari dedicati, esportati in tutto il mondo - e i materiali utilizzati per la sua realizzazione.
 
La prima sala contiene i modelli realizzati tra il ‘53 (anno ufficiale della nascita del tacco a spillo a Vigevano, testimoniata dall’immagine ufficiale della XVI Mostra Internazionale della Calzatura) e il ’60.
Qui si possono ammirare le prime calzature con tacco a spillo create a Firenze da Ferragamo, “il calzolaio delle dive”: la court shoe di Marilyn Monroe, i sandali per Sofia Loren e Lana Turner; in quegli stessi anni, a Roma, Dal Cò serviva Brigitte Bardot e le dive di Cinecittà. Saranno esposti anche i modelli dei Vigevanesi Panvi, Erco, Laveroni, Aldrovandi, Waltea, Re Marcello e Caimar, a cui va il merito della prima produzione delle creazioni di oggi per grandi nomi come Manolo Blanik.Una creazione di Aldrovandi del 1954
Accanto alle creazioni tutte italiane si possono ammirare i grandi nomi francesi come Roger Vivier - famosissimo il celebre stiletto per Marlene Dietrich - e Charles Jourdan.
 
La seconda sala (dagli anni Ottanta al futuro), composta da 100 modelli, è un viaggio nel tempo che consente di cogliere l’evoluzione della moda, dei gusti e della società.
Si parte con le “Manolo” celebrate dal serial Sex and the City, che ha decretato il successo internazionale di Manolo Blahnik; poi Jimmy Choo, recente star del mercato Usa, i cui stiletti sono stati i co-protagonisti con Cameron Diaz del film in “In her shoes”; Christian Louboutin, autore di modelli estremi, come quelli realizzati per le foto di David Lynch della mostra fotografica “Portrait Fetish” appena conclusa a Parigi; nonché Andrea Pfister e le sue favolose creazioni.
Qui trovano spazio anche i grandi Marchi della moda internazionale: Giorgio Armani, Lagerfeld, Donna Karan, Givenchy, Vuitton e gli italiani René Caovilla, che realizza le scarpe gioiello più preziose, talvolta con autentiche pietre preziose; Zanotti, amato da Jennifer Lopez, Beyoncé e da Britney Spears; Paciotti con il suo stile moderno e aggressivo.
 
La mostra si conclude con le creazioni di alcuni designer emergenti come Courtney Crawford, Amaterasu  e Guillaume Hinfray.
Tanti modelli per mostrare come la calzatura femminile col tacco a spillo possa essere davvero creazione artistica, oggetto del desiderio, espressione del lusso e dell’unicità.
 
Scarpa firmata Pfister, 1990Il percorso espositivo lineare segue il naturale sviluppo della Scuderia del Castello di Vigevano ed è concepito come una lunga galleria buia, la cui illuminazione è costituita unicamente dalle piccole strutture espositive, come se ad emanare la luce fossero le calzature stesse, piccole preziose galassie.
Il visitatore è accompagnato da immagini e da grandi scritte, che costituiscono una vera e propria guida alla mostra.
Dall’approccio giocoso delle citazioni riferite al tacco a spillo, alle curiosità, riferimenti cronologici ed approfondimenti, tutto è “raccontato” dai muri e dalle grandi fotografie.

Sono foto di archivio con le star del cinema (Loren, Bardot) e della musica (Callas). Immagini contemporanee, da quella celebre della campagna Pirelli con Carl Lewis al blocco di partenza su strepitose décolleté rosse, alle ammiccanti interpreti di Sex and the City; fino a Carla Bruni, vestita solo da un paio di scarpe con tacco a stiletto, sulla copertina di Panorama. Scatti che costituiscono una scansione temporale ad un percorso che vuole raccontare con leggerezza la storia di un prodotto che, pur nella sua sostanziale frivolezza, ha costituito il momento di maggior fortuna della industria calzaturiera locale e nazionale.
 
 Informazioni 
Dove: Seconda scuderia del Castello di Vigevano
Quando: dal 23 febbraio al 25 maggio 2008. Prorogata fino al 20 luglio 2008 
nei seguenti orari: dal martedì al venerdì: 10.00-13.00 / 14.00-17.30. Sabato, domenica e festivi: 10.00-14.00 / 15.00-19.30. Chiuso al lunedì.
Ingresso: biglietto intero 4,00 €; ridotto 3,00 €; scuole e gruppi 1,00 € (include visita mostra + visita Museo Internazionale della Calzatura + Pinacoteca del Castello)
Per informazioni:
Tel.: 0381/693952
 

Comunicato Stampa

Pavia, 14/02/2008 (6353)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool