Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 25 febbraio 2020 (602) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 6149 del 3 dicembre 2007 (2136) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Icone per l'Immacolata
Particolare della locandina dell'iniziativa
Di tutto di più in piazza e in chiesa”, questo lo slogan delle iniziative promosse dal Comune di Cava Manara per ingannare l’attesa della più bella festività dell’anno.
Gli appuntamenti si concentreranno nella giornata di sabato, in cui si comincerà in mattinata (alle 9.00), in piazza Vittorio Emanuele II, con il tradizionale Mercatino dell’Immacolata, tra le cui bancarelle si potrà trovare davvero di tutto: dall’antiquariato, all’oggettistica, dagli articoli da collezione, alle idee regalo.
 
Per scaldare l’atmosfera, e non solo quella, gli alpini offriranno cioccolata calda ai passanti e, a seguire, verso mezzogiorno, l’Amministrazione Comunale inviterà la cittadinanza a brindare alle feste con un aperitivo augurale.
 
L’iniziativa di punta del fine settimana sarà la mostra “Le icone di Marta - Un cammino tra arte e fede”, allestita presso il palazzo Manfredi (affacciato sulla stessa piazza) e aperta al pubblico dalle 9.00 alle 17.00 di sabato e dalle 9.00 alle 13.00 di domenica.
 
Maggiori informazioni sui contenuti della mostra si leggono nella presentazione della stessa artista iconografa Marta Popescu Jianu...
Le icone sono patrimonio di tutta la cristianità. Prima della divisione tra il mondo della chiesa di Roma e quella di Costantinopoli, le icone per almeno quattro cinque secoli ebbero grande diffusione  in tutto il mondo cristiano, dalla Siria all’Egitto, dall’Oriente bizantino all’Occidente Carolingio.
Le icone sono semplicemente dei quadri a soggetto sacro, delle immagini devozionali, come quelle che popolano le chiese, o che esponiamo nelle case per testimoniare la nostra fede o anche solo per manifestare una tradizione e un gusto.
Ciò che campeggia nell’icona è Dio, e il mistero di Dio che attraverso l’arte dell’icona viene espresso. Dopo la lotta iconoclasta le icone si diffusero ancora di più fra i cristiani, che non solo le veneravano nelle chiese, ma le custodivano nelle case al posto d’onore.
Le icone che oggi giungono più facilmente nei paesi Occidentali provengono dalla Russia e sono in maggioranza icone di piccole dimensioni, destinate per lo più alla casa e alla preghiera domestica.
L’icona Bizantina predilige l’oro ne usa per coprire i fondi, l’iconografia cristiana gli conferisce un significato: l’oro  “colore del colore” non esiste in natura, e significa quindi la luce increata, che investe la creatura e la trasfigura rendendola già fin d’ora partecipe del Paradiso.
"Il pittore di icone deve essere pieno di umiltà di dolcezza, di pietà, fuggire i propositi futili, le sciocchezze, il suo carattere sarà pacifico, ignorerà l'invidia. Non dovrà essere ubriaco, non dovrà essere predatore, non ruberà e sopratutto dovrà osservare con scrupolosa cura la povertà spirituale e corporale". (Concilio dei cento capitoli Mosca 1555)
 
La festa si chiuderà in serata (ore 21.00) presso la Chiesa Parrocchiale di Torre de Torti, dove si potrà ascoltare il primo dei concerti augurali offerti dalla Biblioteca Comunale.
Protagonista dell’evento sarà il Gruppo Vocale “il Kaleidoscopio", ensamble di recente formazione composto da musicisti provenienti da esperienze diverse, accomunati dalla passione per la musica sacra (Rita Scilipoti: soprano, Greta Portaluppi: mezzosoprano, Giampaolo Guazzotti: tenore; Ivano Turco: pianoforte), con il concerto "Note di Natale".

Il programma comprende arie e duetti che abbracciano il tema del sentimento religioso e la produzione musicale natalizia più inconsueta e meno conosciuta al grande pubblico. Verranno proposti brani provenienti da epoche antiche fino al gospel ed al pop, omaggiando la figura della Vergine e scoprendo il Natale di paesi lontani.
 
 Informazioni 
Dove: Cava Manara
Quando: sabato 8 e domenica 9 dicembre 2007
(Su richiesta potrà essere organizzato uno stage di una giornata per realizzare e portarsi a casa un’icona fatta da sé. Data da concordarsi con l’artista e materiale fornito dalla stessa.)

 
 
Pavia, 03/12/2007 (6149)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool