Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 23 aprile 2021 (541) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un bambino sulle spalle di un gigante
» Editoria e giustizia
» Nel mondo dell'editoria
» Scienze forensi
» Professioni e prodotti dell'editoria
» Medicina estetica e del benessere
» Terapie naturali e tradizionali dei Paesi in via di Sviluppo
» Missione raffinazione idrocarburi
» Medicina estetica
» MAMAF
» Biostatistica e Metodologia Epidemiologica
» Ricerca in Ecuador
» Tecnologie Farmaceutiche
» Agopuntura e Fitofarmacologia
» Micologia Applicata
» Scienze e Tecnologie dei Materiali
» Ambiente e fauna
» Sistemi Complessi
» Società, Mercato, Territorio
» MT - Master in International Tourism

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 6070 del 9 novembre 2007 (2585) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Donne emigrate: strategie di integrazione
Donne emigrate: strategie di integrazione
In tutte le culture le donne hanno svolto e svolgono una funzione stabilizzante e di mediazione tra sfera privata – la famiglia –  e sfera pubblica – la società. Tale funzione è tanto più preziosa nel caso delle donne emigrate.
Come mogli e madri esse non assolvono soltanto mansioni di cura, ma rappresentano anche un elemento fondamentale di continuità tra ciò che si è lasciato, il proprio paese, i propri affetti, e ciò che si è raggiunto, un paese nuovo ed estraneo, spesso poco amichevole nei confronti degli stranieri. Come lavoratrici la maggior parte di loro offre servizi di assistenza e accudimento presso le famiglie italiane, svolgendo anche in questo caso un compito insostituibile. Ciò che esse offrono non viene sempre ripagato con la giusta moneta: pari opportunità e riconoscimento dei diritti. Riconoscimento che implica la consapevolezza della specificità dei loro bisogni in quanto donne e in quanto straniere.
 
A questi temi è dedicata la tavola rotonda Immigrazione, genere, modelli familiari e strategie di integrazione che si terrà martedì mattina in università per proporre un confronto tra i principali rappresentanti delle istituzioni impegnate nelle politiche di accoglienza e integrazione.
 
L’incontro, organizzato dal Centro Interdipartimentale di Studi di genere della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università vedrà la partecipazione di Antonio Mutti (Direttore del Dipartimento di Studi Politici e Sociali), Paola Vita Finzi (Direttore Centro Interdipartimentale Studi di Genere), Fabio Rugge (Preside Facoltà di Scienze Politiche), Celestino Abbiati (Caritas Diocesana), Ferdinando Buffoni (Prefetto di Pavia), Susanna Camuso (Segretario Regionale CGIL- Lombardia), Piera Capitelli (Sindaco di Pavia), Giovanni Cordini (Progetto FIRB sull’immigrazione), Renata Crotti (Assessore Provincia Pavia), Maria Pitaniello (Vice Direttore C.C. San Vittore – Milano), Pierangela Fiorani (Direttore “La Provincia Pavese).
 
Nella stessa occasione verrà presentato il master dell’Ateneo pavese Immigrazione, genere, modelli familiari e strategie di integrazione, coordinato daAnna Rita Calabrò e rivolto a quanti lavorano o intendono lavorare in strutture pubbliche e private con il compito di disegnare, gestire e monitorare, servizi e misure volte a facilitare l’integrazione dei migranti e delle loro famiglie.
 
L’idea del master nasce dalla considerazione che troppo spesso la progettazione e la gestione degli interventi a favore dell’integrazione degli immigranti non tiene conto delle differenze di genere e della complessità che definisce l’universo dell’immigrazione, sottovalutando l’urgenza di offrire risposte adeguate alle domande che vi provengono.
 
 Informazioni 
Dove: Aula Grande della Facoltà di Scienze Politiche, C.so Strada Nuova, 65 - Pavia
Quando: martedì 13 novembre 2007,ore 10.00-13.00
 

Comunicato Stampa

Pavia, 09/11/2007 (6070)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool