Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 22 settembre 2019 (302) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» La bellezza della scienza
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 5874 del 17 settembre 2007 (1835) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
L'Albero delle Meraviglie
Un'opera dell'artista
Con la mostra “L’Albero delle Meraviglie” di Alessandra Angelini lo Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto di Pavia inaugura un ricco calendario autunnale, che si svilupperà secondo il filo rosso che va dal rapporto tra natura e arte al legame tra paesaggio reale e paesaggio interiore fino allo sguardo indagatore dell'arte rispetto al paesaggio urbano.
 
Alessandra Angelini presenta per la prima volta a Pavia - città nella quale ha da qualche anno trasferito il suo studio - le opere della sua produzione recente, dove legno, colore e segno si incontrano generando opere di grande suggestione poetica.
L’artista, titolare della cattedra di Grafica e Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Brera a Milano, proporrà a Pavia un’edizione ampliata della mostra presentata con notevole successo nel mese di aprile del 2007, presso l’Istituto Italiano di Cultura a Berlino.
 
L’amore per il legno risale alla mia infanzia. Il nonno materno era solito raccontarmi una favola dove un bambino entrava nelle radici di un albero e scopriva un mondo sotterraneo fatto di saloni meravigliosamente addobbati, ricchi di luci, di colori e di materiali preziosi…Questo albero è stato ed è tuttora per me il luogo dove fantasia e desiderio di creazione si incontrano”.
 
Il dialogo poetico tra materiali, tecnica e creazione artistica è al centro del lavoro di Alessandra Angelini. Dall’armonia tra materia, colore, segno - filtrati attraverso l’immaginazione dell’artista - nascono infatti le opere di questa mostra: un’esposizione che unisce scultura, pittura, grafica, xilografia ad oggetti e installazioni in gran parte realizzati attraverso composizioni policrome di legni Tabu, appositamente progettate dall’artista secondo particolari scale di colori.
Emozioni cromatiche di diversa natura, dal contrasto forte dei moduli binari del bianco e del nero, veri elementi generatori della luce, alla scala dei verdi, colta nella sua espressione primaverile, dal verde acqua al verde prato.
 
Una cinquantina di opere collocabili tra Arte e Design, tra cui specchi, oggetti-scultura, opere luminose, accompagnate dagli studi e dai bozzetti che ne hanno caratterizzato la progettazione, saranno esposte nelle affascinanti sale del Broletto accanto a dipinti e opere a stampa ottenute utilizzando supporti, tecniche e materiali diversi.
 
Per l’occasione Tabu realizzerà un catalogo bilingue (italiano ed inglese) a colori con introduzione critica di Martina Corgnati: un libro d’arte che racconta questo affascinante percorso attraverso pagine ricche di testi, immagini e fotografie, alcune direttamente scattate dall’artista.
A ricordo dell’evento, le prime cento copie del catalogo conterranno un ex libris di Alessandra Angelini realizzato su matrice in Solarplate, stampato a mano in 100 esemplari su piallaccio Tabu di betulla naturale, firmato e numerato dall’artista in numeri arabi.
 
 Informazioni 
Dove: c/o Spazio per le Arti contemporanee del Broletto, Piazza della Vittoria – Pavia
Quando: da sabato 22 settembre (inaugurazione ore 18.00) a domenica 21 ottobre 2007, nei seguenti orari: da martedì a venerdì: 16.30–19.00, sabato e domenica: 10.30-12.30 / 16.30-19.00; chiuso il lunedì.
Ingresso: libero
Per informazioni:
Tel.: 0382/399343 - 399424
 

Comunicato Stampa

Pavia, 17/09/2007 (5874)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool