Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 16 dicembre 2019 (214) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Tracce
» IT.A.CÀ
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 5743 del 13 luglio 2007 (1768) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
XII Fiera di Zavattarello
Un'immagine del modellino di Angelo Barbieri
Nata come festa medievale, dopo alcuni anni di “taglio fieristico”, la tradizionale manifestazione organizzata ogni mese di luglio all’amministrazione comunale di Zavattarello, torna a vestire i panni dell’antica epoca.
Due i giorni di kermesse, quelli di sabato e domenica prossimi, che, per il dodicesimo anno, vedranno protagonisti il Castello dal Verme - oggetto di continui interventi di recupero, passati recentemente all’arredo delle sale interne -, il suo parco e il caratteristico borgo in pietra su cui domina che, per l’occasione, sarà ristretto ad area pedonale.
 
Nella serata di sabato si terrà un’apertura straordinaria del monumento difensivo per inaugurare la mostra “La Natura in miniatura”, grazie alla quale si potrà ammirare “un castello nel castello”.
Il cortile dell’imponente maniero sarà, infatti, sede dell’installazione dell’altrettanto imponente, se pur nel suo “piccolo”, e fedele ricostruzione in scala 1:50 del Castello dal Verme, ad opera dell’artista artigiano Angelo Barbieri.

Si tratta di una vera e propria opera di microedilizia – dalle ragguardevoli dimensioni di 2,05 x 1,48  x  1,42 metri  di altezza e 148 kg di peso – realizzata, interamente con materiali locali, impiegando 2300 tra mattoccini e coppi, 68 serramneti in legno, 1,165 metri di canali di gronda in rame e circa un anno di tempo. Un modellino costruito per pura passione, ma con una tale dovizia di particolari da dotarlo perfino di un impianto elettrico, costituito da ben 38 punti luce, che ne illumina l’interno.
 
In attesa dell’imbrunire, momento più suggestivo per l’accensione delle luci, si potrà approfittare dell’aperitivo medievale allestito presso il punto di ristoro, dove musiche medievali accompagneranno la distribuzione di piatti e bevande, preparati con ricette ispirate all’epoca e servite dai due giovani gestori abbigliati con costumi a tema.
 
L’atmosfera medievale impregnerà anche la giornata di domenica, per la quale è prevista l’animazione a cura di una compagnia di figuranti in abiti storici che intratterranno il pubblico con dimostrazioni e combattimenti d’arme.
Soldati vestiti di tutto punto ingaggeranno duelli all’arma bianca per il divertimento di grandi e piccini, coinvolgendo questi ultimi, armati di innocue spade di legno, nell’illustrazione dell’antica arte del cavaliere.
 
A corredo dell’iniziativa, sarà predisposto un mercatino di bancarelle che ai classici generi merceologici abbinerà stand di hobbisti e artigiani del locali e produttori di miele, mostarde, salumi e formaggi, vini ed altre tipicità del territorio.
 
Le esposizioni non mancheranno né fuori dalle mura, con moto d’epoca e rettili allineati per le vie del paese, né all’interno dell’area fortificata: bonsai messi in mostra nel parco, sempre a cura del signor Barbieri, ben si accosteranno al modellino del castello, ancora aperto alle visite, così come le sale interne tra le quali si snoda un percorso artistico culturale tra architettura e storia antica e arte moderna.
Attualmente 34 tele di grandi dimensioni (1x1,20 metri) dell’apprezzato pittore fiorentino Gianfranco Rontani, costituiscono la permanente “L'Inferno di Dante", allestita dal maestro nella galleria d'arte ricavata in una delle stanze; mentre il secondo piano dell’edificio ospita il museo di arte contemporanea che puntualmente si arricchisce di un’opera ceduta dall’artista che per un intero anno è stato ospite nella suddetta galleria.
 
Nella giornata di domenica, il castello, così come il vicino Magazzino dei Ricordi, saranno aperti al pubblico: il primo per visite guidate a pagamento, il secondo ad ingresso libero. E, mentre nell'area ristoro del parco del castello sarà possibile effettuare passeggiate a cavallo, i più piccini potranno cavalcare piccoli quad elettrici lungo la pista predisposta nel borgo.
 
 Informazioni 
Dove: Zavattarello
Quando: sabato 21 luglio, dalle 18.00 alle 22.00, e domenica 22 luglio 2007, dalle 8.00 alle 20.00
Per informazioni:
Municipio, tel. 0383/589132-746
 

Sara Pezzati

Pavia, 13/07/2007 (5743)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool