Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 15 dicembre 2019 (183) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Povero San Michele...
» Fabrizio Poggi candidato agli Oscar del Blues
» Zanocco e Fontana colpiscono ancora
» Gli Ultima a Sanremo?
» Pavesi all’estero: Borghi & Pavia Rock Cafè
» Pavesi in USA
» Sposi con... Chicchi d'Arancio!
» La tradizione del ferro
» Paesaggi pavesi a Caltagirone
» Soffia il vento... Game Over
» SP 04/05: un bilancio sorprendente!
» Natale a Pavia
» L'uovo di Colombo
» Dialetti in palcoscenico
» Il colore delle città
» L'amore a Pavia dopo San Valentino
» I pavesi e il sole

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il telero di Tommasi Gatti restaurato
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Canti e storie nel bosco incantato
» La notte dei cantastorie
» Oltre lo sguardo
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Custodire la memoria. Incontro con Giovanni Paparcuri
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 570 del 7 febbraio 2001 (3847) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A Varzi si recita in dialetto!
A Varzi si recita in dialetto!

Teatro dialettale questo sconosciuto?

Non certo in provincia di Pavia, dove sono attive diverse compagnie dialettali che mettono in scena spettacoli esilaranti rigorosamente in vernacolo. Una di queste si trova a Varzi, nel cuore dell'Oltrepò e sia questo fine settimana che il prossimo metterà in scena "Signor, signor...u rivà l'ispetur". Ce ne parla Antonio Di Tomaso, responsabile di Varziviva, l'associazione che si occupa attivamente, da diversi anni, della valorizzazione e della promozione del territorio locale, organizzando eventi e manifestazioni di prestigio nel suggestivo borgo medievale.

"La commedia - ha spiegato Di Tomaso - è molto divertente. Racconta di una fantomatica visita del Papa a Varzi, come se per una volta invece di andare in vacanza in Val d'Aosta decidesse di venire qui da noi in Oltrepò. Il Pontefice viene talmente coinvolto nella vita del borgo che decide di fermarsi".

La storia è, come appare ovvio, fantastica e si mostra ricca di momenti esilaranti.

A Varzi si recita in dialetto!

E' ambientata ai giorni nostri e propone una serie di personaggi divertentissimi che parlano rigorosamente in dialetto varzese, un vernacolo con la particolarità di non avere le doppie. Lo spettacolo è tratto dal testo di un giovane di Varzi, Marco Rossi, ed è stato tradotto da Rossana Ansaldi che si è poi occupata di scrivere la sceneggiatura. Continua Di Tomaso: "Anche lo scorso anno era andata in scena una commedia dialettale che aveva riscosso un grandissimo successo. La tradizione teatrale varzese è molto radicata, per diverso tempo infatti sono state rappresentate opere che rimandano alle commedie di Govi. Per questo spettacolo speriamo che ci sia il medesimo consenso di pubblico degli anni scorsi".

La commedia andrà in scena nel salone della casa di riposo di Varzi sabato 24 alle ore 21 e domenica 25 alle ore 15. Repliche sabato 31 marzo sempre alle ore 21 e domenica 1° aprile alle ore 15.

 
 Informazioni 
 

Anna Clerico

Pavia, 07/02/2001 (570)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool