Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 settembre 2020 (948) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 5538 del 17 maggio 2007 (2163) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Sant'Agostino tra musica e filosofia
Sant'Agostino tra musica e filosofia
La Diocesi di Pavia, la Provincia Agostiniana d'Italia, il Comune di Pavia (Pavia città internazionale dei Saperi), hanno dato vita al comitato "Pavia città di Sant'Agostino" per celebrare la figura del santo.
Da settembre è in corso la rassegna Sant'Agostino tra musica e filosofia, itinerario filosofico-musicale dal Medioevo ai giorni nostri. Domenica doppio appuntamento con la conferenza del M° Michele Pasotti dal titolo "Cieldauro. Riflessi della luce agostiniana: Dante, Petrarca e l'Ars Nova”ed  in serata il concerto di musica medievale intitolato "Lux Purpurata. Luce eterna e luci d'amore tra Sant'Agostino e l'Ars Nova” con l’Ensemble La fonte musica (Francesca Cassinari, Alena Dantcheva : cantus, Gianluca Ferrarini: tenore, Svetlana Fomina : viella, Ermes Giussani: tromba da tirarsi, Marco Domenichetti: flauto, Michele Pasotti: liuto e direzione) diretto da Michele Casotti.
 
Lux Purpurata è un itinerario musicale nel Trecento italiano e francese che segue un tema centrale nell'opera di Sant'Agostino: la luce.
Il programma si costituisce come un confronto di visioni sonore della luce. Da una parte i riflessi della luce agostiniana, la luce eterna, divina, immateriale, incorporea nel repertorio dei mottetti sacri dell'Ars Nova e dall'altra le luci d'amore della poesia musicale profana del sec. XIV. Ciò non stupirà se si pensa che l'origine, l'occasione, ciò che provoca al canto la lirica d'amore due-trecentesca è l'amata in quanto creatura di luce - quasi angelo - immateriale, incorporea, metafisica.
 
Contrappunto alle polifonie sacre saranno i canti ambrosiani dedicati alla luce. E' molto nota la pagina delle Confessioni in cui Agostino racconta la sua commozione all'udire un inno ambrosiano. Non potevano perciò mancare il celeberrimo Lux Fulgebit e l'antifona O Oriens entrambi celebranti il Natale in quanto festa della luce nuova che è Cristo, ma anche della luce nuova del sole che ha passato il solstizio e ricomincia a crescere. Verrà poi cantato anche il Proba me domine sul quale Matteo da Perugia costruisce il mottetto sul martirio di San Lorenzo. Ciò non è casuale poiché Matteo fu il primo maestro di cappella del Duomo di Milano (1402-1407, 1414-1416) e quindi fu sicuramente esperto nel canto ambrosiano.
Il programma celebra infine Sant'Agostino anche mediante la presentazione di brani di Conradus da Pistoria, Egidius di Francia e Johannes de Janua, grandi polifonisti attivi alla fine del Trecento che appartenevano all'ordine dei frati agostiniani.
 
Rimane da segnalare che la rassegna si chiuderà il 24 maggio a San Giovanni Domnarum alle 18.00 con una conferenza-concerto sull'influenza dell'opera di Sant'Agostino sulla musica di Johann Sebastian Bach. Relatori saranno il prof. Walter Minella, Mons. Gianfranco Poma e gli esempi musicali saranno a cura della prof.ssa Maria Cecilia Farina.
 
 
 Informazioni 
Quando: domenica 20 maggio, ore 17.00 (conferenza) ore 21.00 (concerto)
 
 
Pavia, 17/05/2007 (5538)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool