Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 17 novembre 2019 (317) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV
» Pavia in poesia 2019
» Pi Greco Day 2019

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Looking for Monna Lisa
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Custodire la memoria. Incontro con Giovanni Paparcuri
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
» Francesco Melzi e i codici di Leonardo
» Essenzialità dell'inessenziale
» La grande bellezza dei libri
» Al Borromeo il ricordo del teologo Karl Barth
» Un oceano di silenzio
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 5520 del 14 maggio 2007 (4116) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Paesaggi: L'anima dei luoghi
Paesaggi: L'anima dei luoghi
Da venerdì Pavia ospiterà la seconda edizione del Festival Paesaggi: L’anima dei luoghi”, primo grande evento curato dal Settore Cultura del Comune nell’ambito del programma “Pavia città internazionale dei saperi”.
 
Seguendo il filo conduttore dello scorso anno - ha spiegato l’assessore Silvana Borutti in sede di presentazione - che ha visto quale “portavoce” d’eccellenza James Hillman, psicologo e filosofo che più di chiunque altro ha saputo proporre il paesaggio come esplicitazione del mondo interiore, il Festival persegue il desiderio di ritrovare “l’anima dei luoghi” di Pavia e del territorio circostante, offrendo occasioni di riflessione su ciò che ognuno di questi luoghi ha significato in passato e significa oggi.
Molte le iniziative che ruoteranno, per questa edizione, attorno all’analisi del “Paesaggio Urbano”, declinando questo tema in tante forme.
Attività collaterali rappresenteranno inoltre un modo per portare a conoscenza di tutti il fatto che il paesaggio investe la nostra vita sotto vari aspetti, essendo esso stesso un prodotto umano”.
 
Ogni appuntamento, nel calendario che prevede dieci giorni di eventi, diventa il pretesto per appropriarsi di un determinato luogo, vivendolo e condividendolo con altre persone, cittadini e non, di tutte le generazioni - che vogliono comprendere meglio l’idea stessa di città. Ognuno vivrà ogni luogo, in base al proprio essere e ai propri interessi, quello che più gli si addice… La scelta è ampia: recitazioni e letture, passeggiate nella natura, conversazioni, spettacoli e laboratori teatrali, cinema, laboratori per bambini, conferenze e dibattiti, mostre e visite in città, nel verde e nei musei.
 
La manifestazione – ha proseguito il dirigente Susanna Zatti – ripropone, infatti, la formula dello scorso anno, alternando momenti di alto profilo scientifico ad eventi, per così dire, “più leggeri” quali degustazioni e visite guidate, ma anche cineforum e “provocazioni intelligenti” rappresentate dalle letture teatralizzate a bordo degli autobus cittadini, novità di quest’anno, realizzata da Motoperpetuo, che agli appuntamenti prestabiliti assocerà alcuni interventi a sorpresa su normali corse urbane”.
 
Gli appuntamenti dell’edizione 2007 avranno per protagonisti alcuni ospiti di rilievo, quali Serge Latouche, teorico della “decrescita” - intesa come progresso negativo a partire dalla salvaguardia di ciò che la Terra ha da offrirci, visione innovativa e per certi versi straniante dello sviluppo della società -, che terrà una lectio magistralis in chiusura del Festival; e Philippe Daverio, che giovedì 24 parlerà delle “grandi cattedrali” del XXI secolo, ovvero dei centri commerciali e degli enormi outlet.
A questi si aggiungo Arnaldo Pomodoro che, con Stefano Agosti, in riferimento al progetto d’ampliamento del cimitero di Urbino mai realizzato, converserà sul tema delle città dei morti e le città dei vivi (sabato 19).
Al centro della settimana si svolgerà anche un convegno scientifico, coordinato da Luisa Bonesio, docente di Estetica all’Università di Pavia e consulente scientifica del Festival, dal titolo “Identità conviviali e spaesamento metropolitano”, nell’ambito del quale saranno anche proiettati alcuni rari filmati d’autore intorno al tema della città.
 
Teatro delle iniziative non possono che essere contesti paesaggisticamente molto attraenti come le rive del Ticino, l’Orto Botanico, il complesso del Castello visconteo, le vie d’acqua e il Parco con le sue oasi faunistiche (altra novità di quest’anno è la collaborazione attivata con l’Oasi di Sant’Alessio, che all’interesse naturalistico, associa la curiosità storica della sua ubicazione, proprio ai margini del Parco Visconteo, del quale è in progetto di recuperare le essenze dell’epoca).
 
Le aule universitarie saranno scenari per incontri e dibattiti di studiosi, specialisti del paesaggio nelle sue diverse connotazioni e interpretazioni; mentre chiese romaniche e saloni barocchi ospiteranno mostre iconografiche e fotografiche, come “Là dove c’era l’erba… Frange urbane” di Giovanni Giovannetti incentrata sulle zone di confine tra abitato e campagna e frutto di un lavoro per la Fototeca Civica, che con questi sta portando avanti un lavoro sulla trasformazione della periferia urbana dagli anni ’30 in poi.
 
Le sale espositive di Musei Civici, Museo della Tecnica Elettrica, Museo di Storia Naturale e Museo per la Storia dell’Università di Pavia saranno infine coinvolte ne “La notte dei musei”, apertura straordinaria, in concomitanza alla Nuit des Musées, promossa in tutta Europa dalla Direzione dei Musei di Francia per sabato prossimo.
 
 Informazioni 
Dove: Pavia e dintorni
Quando: dal 18 al 27 maggio 2007
Per informazioni:
Il programma completo della manifestazione è riportato sul sito ufficiale della stessa
 

La Redazione

Pavia, 14/05/2007 (5520)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool