Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 20 ottobre 2019 (279) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Swing and Jazz
» Note d'acqua
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 5278 del 14 marzo 2007 (1608) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tambognola Sconnection: un successo
Terlingo-Sacchi
È andata molto bene la serata di presentazione del nuovo supergruppo Tambognola Sconnection: locale pieno e pubblico in delirio per quasi due ore di musica filata.
 
Introdotti dal duo Terlingo-Sacchi (bravissimi) che hanno presentato la loro ultima “fatica” discografica Seven Days, i Tambognola Sconnection hanno fornito dapprima una scenografia accativante (palco buio, tavolino con abat-jour accesa e ammennicoli vari, proffusione di chitarre e bassi e batteria “insolita” con cassa da banda, tamburo irlandese e percussioni varie) e poi uno spettacolo serrato con rivisitazioni in chiave “roots” di classici del Blues (Stormy Monday), del Rock (Be Bop A Lula, Have you Ever Seen the Rain), del Folk (Girl From North Country di Bob Dylan), Tex-Mex (Volver Volver) e del Country (Folsom Prison Blues di Johnny Cash, con testo in italiano).
 
Lasciatemelo dire, senza false modestie (io c’ero… e suonavo): abbiamo offerto uno spettacolo divertente e pieno di ritmo; e mi fermo qui, senza addentrarmi in giudizi sulla bravura dei singoli musicisti, per non essere accusato di piaggeria.
 
In ogni caso, pare proprio che la formula funzioni ed il pubblico gradisca, anche se molti si chiedono da dove arrivi il nome e chi sia la mente malata che l’ha partorito: eccomi, sono io il colpevole!
Ho trovato il modo di unire i due soprannomi dei due leader della band, inventando un nome che ricorda, in qualche modo, un improbabile piatto gastronomico (Oste, mi porti un piatto di tambognòla mista!) mentre lo “Sconnection” deriva da un volontario allontanamento dal termine “connessione” (che sa molto di pastrugno, di inciucio) e sottolinea anche la sconnessione apparente dei generi di musica suonati dai quattro componenti nelle bands originali di appartenenza (Swing Brother Swing, Gnola Blues Band, Macadam, Back To The Beatles).
 
I Tambognola Sconnection (Sergio “Tamboo” Tamburelli, Maurizio “Gnola” Glielmo, Ivano Grasselli e Furio Sollazzi) replicheranno sabato sera ad Albaredo Arnaboldi.
 
 Informazioni 
Dove: c/o Country Bar di Albaredo Arnaboldi
Quando: sabato 17 marzo 2007
 

Furio Sollazzi

Pavia, 14/03/2007 (5278)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool