Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 1 giugno 2020 (951) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 5199 del 23 febbraio 2007 (1869) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cinestesia
Cinestesia
Cinestesia è una rassegna di classici del cinema muto sonorizzati dal vivo a cura del collettivo bluEsForCE, musicisti di diversa matrice (blues, rock, jazz, electro) che da alcuni anni orbitano intorno al palco di SpazioMusica.

Si tratta di 5 appuntamenti, uno al mese da qui a giugno, per un progetto che rende omaggio ad alcuni grandi registi del cinema muto attraverso l'arte dell'improvvisazione musicale collettiva.

Per (ri)scoprire la forza del cinema puro con la nuova linfa che può trarre da un commento musicale originale.

Martedì 27 febbraio  
Il gabinetto del dottor Caligari
di Robert Wiene (1920). Germania, 1830.
Un baraccone da fiera, un losco imbonitore e un sonnambulo, inconsapevole esecutore di efferati delitti. In bilico tra realtà e ambiguità, tra ossessione e pazzia, tutta la forza claustrofobica del primo film di culto della storia del cinema.
Mercoledì 21 marzo  
Il Fantasma dell'Opera
di Rupert Julian (1925)
Teatro dell'Opera di Parigi. Un musicista dal volto sfigurato vive nei sotterranei del teatro. Invaghitosi di una giovane cantante, la conduce al successo. Poi la rapisce. Un diabolico incubo musicale, il cui fascino resiste al passare degli anni.
Martedì 24 aprile  
I Nibelunghi: Sigfrido
di Fritz Lang (1924)
Un drago il cui sangue rende invulnerabili, un elmo che rende invisibili, una temibile amazzone bruna. L'immortale saga di Sigfrido, tra nozze e duelli, inganni e delitti, tradimenti e vendette. Il tema dell'eroe e del destino in uno dei grandi capolavori del cinema classico.
Martedì 29 maggio  
Il Golem
di Paul Wegener, (1920)
Praga, XVI secolo, ghetto ebraico. Per combattere le persecuzioni di Rodolfo II, il Rabbino Loew plasma dall'argilla un potente automa, il Golem. Ma la creatura si ribella e sfugge al proprio creatore. Da un'antica leggenda cabalistica, un film di culto.
Martedì 26 giugno  
George Méliès festival
Rassegna di film (1896-1914)
Quando l'illusionista francese George Méliès scopre il cinema, se ne innamora immediatamente. E tra il 1869 e il 1914 dirige ben 531 film, di durata variabile tra uno e quaranta minuti, ricchi di ingenuo spirito fantastico e ironia corrosiva, che fanno di lui un vero pioniere degli effetti speciali.
 
 Informazioni 
Quando: nelle date indicate, alle ore 22.00
Dove: SpazioMusica - Pavia, via Faruffini 5
Ingresso: euro 3,00
 

Comunicato Stampa

Pavia, 23/02/2007 (5199)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool